KP Snacks, il PLM di Sinfo One per ridurre il time to market e aumentare il controllo

Colosso del salato britannico con quartier generale nel Middlesex, titolare dei più prestigiosi marchi di snacks d’oltremanica, KP Snacks è stata acquisita nel 2013 dalla tedesca Intersnack, secondo produttore europeo di snack con prodotti distribuiti in più di 30 nazioni

Prima di entrare in Intersnack, KP Snacks faceva capo a United Biscuits: una realtà unica ma organizzata con gestioni totalmente separate, anche riguardo le infrastrutture informatiche. Il progetto di cambiamento, realizzato precedentemente alla cessione, ha contribuito a ridisegnare tutti i processi legati al PLM. La regia del progetto è di Sinfo One. Soluzione scelta: Si around, la proposta di Sinfo One per il PLM, basata su Oracle Agile, che permette di gestire un portafoglio progetti con lo scopo di controllare costi e tempi, e dare un incremento decisivo ai ricavi dal lancio di nuovi prodotti.

Semplificare la complessità

«Sono bastati pochi mesi per ridisegnare i processi e riallinearli – spiega Lisa Beattie, PLM Project manager di KP Snacks – ed è stata una vera e propria rivoluzione, un big bang! Implementare una soluzione per la gestione del ciclo di vita del prodotto alimentare non significa solo cambiare software. L’impatto sull’organizzazione è notevole e progetti di questa portata hanno successo solo se possono contare sul supporto di tutti, a partire dal top management, che nel nostro caso ha dato un commitment molto chiaro».

Le aree coinvolte sono state principalmente due: il Product to Market e il Data to Market. Nel Product to Market, i processi di sviluppo dei nuovi prodotti coinvolgono tutta l’azienda, dal marketing strategico a quello operativo, dalla produzione all’R&D, dall’ingegneria di produzione all’ufficio acquisiti, dalla qualità al costing. La difficoltà si annida nella sincronizzazione dei vari enti e nella loro connessione tramite un sistema di collaboration in grado di armonizzare e semplificare il lavoro dei diversi attori aziendali. Nel Data to Market è fondamentale la messa in sicurezza di tutto il patrimonio informativo e l’allineamento con la compliance, per rispettare i limiti e i protocolli sanitari di ogni mercato. Gestire in modo semplice la complessità legata alle informazioni connesse al ciclo di vita di un prodotto alimentare è strategico per un’azienda leader di mercato che ha l’obiettivo di conquistare nuovi segmenti. In un contesto di grande variabilità di richieste da parte dei consumatori, la velocità con la quale un prodotto raggiunge lo scaffale è fattore strategico di grande rilevanza.

Leggi anche:  Smau 2019: Pigro, Italia RestartsUp e Open Italy Elis

Gestione agile dei processi

«Abbiamo adottato uno strumento evoluto – afferma Lisa Beattie – che ci ha consentito di ridurre il time to market e di aumentare la visibilità e il controllo su tutta la filiera. In questo percorso, il supporto di Sinfo One si è rivelato fondamentale. L’implementazione di un nuovo software di per sé non risolve il problema se parallelamente non si agisce cambiando l’organizzazione. Oggi, a distanza di un anno dal go live, nessuno in KP Snacks auspica un ritorno al passato, anzi stiamo progressivamente aumentando i processi gestiti con Oracle Agile».

La gestione dei progetti con Agile si è rivelata subito molto efficace nell’area di sviluppo prodotto e innovazione. Per questo, KP Snacks ha chiesto a Sinfo One di implementare nuovi flussi, che inizialmente erano al di fuori dell’ambito progettuale. «I risultati non si sono fatti attendere» – afferma Lisa Beattie. «L’attuale gestione del workflow è apprezzata anche dalla nostra casa madre, che è molto interessata alla modalità con la quale abbiamo impostato la gestione dei processi. Sarebbe riduttivo circoscrivere il valore dalla soluzione al solo ambito IT in quanto l’implementazione si è rivelata un potente motore che ha aiutato KP Snacks nella riorganizzazione di tutti i processi di innovazione».