Forcepoint annuncia una nuova integrazione per le soluzioni di NGFW

Forcepoint’s NGFW riceve anche la valutazione “Recommended” degli  NSS Labs’ per la Intrusion Prevention

Forcepoint annuncia che il successo dell’integrazione e il continuo sviluppo della propria tecnologia Stonesoft hanno portato ad un’offerta rinnovata di Next Generation Firewall (NGFW), con Stonesoft NGFW 6.1. Con l’estensione della protezione firewall per il Cloud, la nuova versione Stonesoft NGFW 6.1, “Recommended” anche da NSS Labs, offre ai clienti una maggiore sicurezza, scalabilità ed efficienza operativa per poter implementare e gestire i dispositivi in tutto il mondo in maniera centralizzata e sicura.

“La tecnologia innovativa alla base delle caratteristiche di Stonesoft rappresenta un elemento chiave della visione a trecentosessanta gradi che Forcepoint ha della sicurezza”, ha dichiarato Antti Reijonen, VP Network Security a Forcepoint. “Questa nuova versione migliora in modo significativo l’efficacia della sicurezza di Stonesoft, massimizza ed espande l’efficienza operativa, permettendo alle infrastrutture di evolvere in modo coerente e sicuro.  L’approccio centralizzato permette di implementare nuovi nodi NGFW/IPS coerenti con le policy in uso senza ulteriori complessità, abbattendo gli oneri amministrativi in materia di sicurezza di rete e personale operativo.”

Stonesoft NGFW 6.1 da oggi integra Forcepoint ThreatSeeker Intelligence Cloud  per ottimizzare costantemente le proprie capacità difensive, anche contro le minacce in rapida evoluzione e zero day. I clienti sono in grado di gestire in modo più efficiente le reti, mantenere alta la disponibilità e rispondere rapidamente alle minacce e agli incidenti, minimizzando i rischi, sia su reti tradizionali che nel cloud.

Inoltre, Stonesoft NGFW 6.1 estende la protezione ad Amazon Web Services (AWS), in modo da allineare esattamente la sicurezza nell’elastic cloud implementando le policy in uso presso l’azienda,  gestite a livello centrale al fianco di nodi NGFW/IPS fisici. Questa nuova funzionalità rende più facile per le organizzazioni di tutte le dimensioni gestire i firewall in tutti gli uffici, anche remoti e nel cloud, realizzando un vero e sicuro hybrid cloud.

Leggi anche:  La sicurezza dell’IoT passa dalla protezione del Wi-Fi

Stonesoft 6.1 rende anche possibile utilizzare il modulo di sicurezza Forcepoint Sidewinder sui propri Next Generation Firewall. Questa tecnologia proxy per UDP, TCP, HTTP e SSH fornisce un ulteriore livello di sicurezza per i servizi e le applicazioni mission-critical. In quanto unica soluzione NGFW ad avere questa tecnologia, Stonesoft offre ai clienti Sidewinder una possibilità unica di aggiornamento, offrendo loro maggiori funzionalità e una singola console di gestione per controllare in modo più efficace le loro politiche di sicurezza basate su proxy.

Stonesoft NGFW è stato testato con successo contro più di 800 milioni di tecniche di evasione avanzate (AET), evidenziando il traffico malevolo mediante applicazione delle policies di sicurezza gestite a livello centrale, utilizzando tecniche brevettate per passare traffico normalizzato al motore di Full Deep Inspection. NSS Labs ha recentemente pubblicato il suo Report comparativo 2016 su Next Generation Intrusion Prevention System (NGIPS) in cui per la soluzione Forcepoint Stonesoft NGFW evidenzia un tasso di blocco del 99,9%, sia su policy “out-of-the-box” che ottimizzata. Questi risultati più che lusinghieri sottolineano la bontà della tecnologia, che risulta “consigliata” per la propria efficacia complessiva, le prestazioni e il TCO.

I punti salienti del report sono:

  • Forcepoint Stonesoft NGFW ha bloccato il 100% di attacchi contro le applicazioni server, il 99,8% degli attacchi contro le applicazioni client, e il 99,9% degli attacchi complessivi
  • Le capacità di difesa proprietarie di Forcepoint AET si sono dimostrate efficaci contro tutte le tecniche di attacco di evasione testate
  • Forcepoint ha superato tutti i test di stabilità e affidabilità