MOBOTIX sviluppa il sistema di rilevamento intelligente del movimento 3D “MxActivitySensor 2.0”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Con l’inizio dell’anno, MOBOTIX presenta nuove innovazioni quali MxActivitySensor 2.0, uno switch di rete perfetto per l’installazione in sistemi di piccole dimensioni, e un aggiornamento per il software di gestione video MxMC 1.3

MOBOTIX inaugura l’anno con una serie di novità, prima fra tutte l’ulteriore sviluppo di MxActivitySensor. Il sensore di rilevamento del movimento video, integrato nelle telecamere a partire dal 2013, filtra gli eventi non rilevanti da quelli rilevanti, riducendo così il numero di falsi allarmi. Questa analisi del movimento riconosce in modo affidabile gli oggetti in movimento, senza tuttavia generare alcun falso allarme in presenza di elementi di disturbo, quali pioggia, neve, alberi o pali mossi dal vento.

Con MxActivitySensor 2.0 MOBOTIX compie un ulteriore passo avanti: grazie all’intelligente funzione di rilevamento del movimento in 3D, viene inoltre ridotto il numero di falsi allarmi come quelli causati nei comuni sistemi di rilevamento, dal movimento di uccelli o di altri animali di piccole dimensioni. La telecamera rileva sempre l’essenziale, innescando l’allarme solo in caso di eventi rilevanti dal punto di vista della sicurezza. Un tipico esempio di utilizzo è il monitoraggio del tetto piano di un capannone industriale. Grazie a MxActivitySensor 2.0, la presenza di una persona su  un qualsiasi punto del tetto scatena un allarme. Un uccello, al contrario, viene semplicemente ignorato. Anche la presenza di un intruso nei pressi di una recinzione non passa inosservata. Tuttavia l’allarme viene innescato solo se questi si infiltra effettivamente all’interno della proprietà. Per contro, se viene ripreso il movimento di un cane o di un gatto non viene trasmesso alcun messaggio di allarme.

Oltre a MxActivitySensor 2.0, reso disponibile a partire dalla versione firmware 4.4.2.34, MOBOTIX offre inolte MxMultiSense, il nuovo sensore 4 in 1. Questo sensore permette di rilevare, ad esempio, il livello di rumore, il movimento (PIR), la temperatura e la luminosità permettendo di integrare in modo conveniente nuove possibilità di rilevamento nel caso di installazioni di videocamere. Inoltre sono messe in sicurezza anche le aree che non possono essere riprese della telecamera. Ad inizio anno, MOBOTIX ha inoltre lanciato per la prima volta uno switch di rete  PoE+. L’MxSwitch è un modulo compatto per barra DIN TS35, grazie al quale è possibile connettere direttamente alla rete elettrica e alimentare fino a quattro videocitofoni, telecamere MOBOTIX oppure altri dispositivi PoE/PoE+. Si adatta perfettamente alle installazioni IP in impianti di piccole dimensioni, in quanto grazie all’altezza limitata, può essere integrato in modo semplice e rapido in qualsiasi quadro elettrico. L’utilizzo di MxSwitch, abbinato al T25 Smart Access set 2 completamene configurato, permette di ridurre il cablaggio e semplifica l’installazione. Questo set rappresenta una comoda soluzione per la sicurezza, che può essere facilmente messa in funzione e che integra l’innovativa tecnologia Smart Home, ideale soprattutto in villette unifamiliari e nelle aziende di piccole dimensioni. La nuova versione firmware 4.4.2.34 è disponibile al download dal sito Web MOBOTIX.

Anche per quanto riguarda il settore software, MOBOTIX è in continuo sviluppo. Di recente, è stata rilasciata la nuovissima versione del software di gestione video MxManagementCenter, MxMC 1.3, che solo nelle prime cinque settimane è stata scaricata oltre 10.000 volte. MxMC 1.3 offre numerose funzionalità aggiuntive che rendono l’utilizzo ancora più semplice ed efficiente. Ad esempio, la struttura ad albero nella barra dei dispositivi laterale espandibile offre una panoramica completq dei dispositivi e permette di navigare in modo agevole tra telecamere e gruppi di telecamere.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Categorie: Hi-Tech