Fincons Group, i successi continuano

Fincons Group, i successi continuano
  • 3
  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares

Offrire ai clienti una digital transformation favorita e arricchita dalla profonda conoscenza dei processi core dei settori verticali più importanti. È il segreto del successo della società di IT business consulting e system integration che quest’anno supera di slancio il traguardo dei 100 milioni di fatturato

Quasi 35 anni di esperienza. E numerosi traguardi conquistati. Tra cui quello dei 100 milioni di fatturato, che verrà superato quest’anno. Fincons Group, società fondata nel 1983 e attiva nell’IT business consulting e nella system integration, si caratterizza da tempo per essere sempre più presente a livello internazionale, con numerose sedi all’estero, che si affiancano a quelle italiane e agli storici uffici direttivi di Vimercate, alle porte di Milano. È qui che Data Manager ha incontrato il CEO Michele Moretti e il figlio Francesco, che occupa la carica di deputy CEO. L’incontro si svolge ai primi di ottobre, ovvero all’inizio dell’ultimo quarter dell’anno, quando è possibile già anticipare un bilancio, pur con tutte le cautele del caso. Michele Moretti è ottimista: «Anche quest’anno rispetteremo l’obiettivo di budget, ma soprattutto supereremo il traguardo dei 100 milioni di fatturato a livello di gruppo, avvicinandoci ai 110 milioni di euro complessivi».

Crescita a due cifre

Si conferma quindi la crescita continua della società, costantemente nell’ordine delle due cifre, che nel 2016 ha fatto registrare ricavi per 90 milioni di euro e che con il traguardo dei 100 milioni si colloca in un segmento di mercato che merita rispetto e stima: «Un aspetto sicuramente rilevante in quanto per precisa scelta ci rivolgiamo solo a clienti di tipo Tier 1» – sottolinea Michele Moretti, dichiarando «orgoglio e soddisfazione per questo traguardo, conquistato per di più in un ambito nel quale i competitor sono tutti internazionali». Poter esprimere un respiro internazionale è infatti la cifra che sta caratterizzando gli anni più recenti di Fincons. Dopo l’espansione europea iniziata con l’apertura nel 1993 della sede di Lugano, seguita nel 2007 dall’headquarter a Berna e dalla sede di Zurigo, è del 2016 l’inaugurazione della consociata a Londra, mentre quest’anno è stato segnato dallo sbarco negli Stati Uniti, con uffici a New York e Los Angeles. Il CEO delle società americane è Francesco Moretti, che spiega le ragioni di questa ulteriore spinta verso l’internazionalizzazione: «Non è che l’Italia ci stia stretta, anche perché qui nel nostro Paese abbiamo sedi in cinque città e importanti attività, ma la scelta di andare verso l’estero corrisponde a una visione di lungo periodo, anche per poter mantenere il nostro trend di crescita a due cifre».

La leadership nel mondo dei media

Se l’apertura di una sede a Londra risponde alla logica di essere presenti su una piazza molto innovativa e caratterizzata dall’essere un hub per raggiungere altri mercati, lo sbarco in terra americana ha tra i suoi focus principali il mondo dei media, cui è dedicata una delle business unit nelle quali si articola il modello operativo di Fincons Group, e che sono appunto media, energy & utilities, financial services, transportation, manufacturing e public administration. «Nel mondo dei media, abbiamo una riconoscibilità molto elevata, grazie a progetti che ci hanno dato molta visibilità e che hanno permesso al mercato di toccare con mano il valore delle nostre soluzioni» – spiega Michele Moretti, sottolineando che «nel mondo media siamo una tra le società di IT consulting più forti, anche perché operiamo con tutti i maggiori player del mercato».

Progetti innovativi

La lista dei progetti realizzati in ambito media è in effetti molto nutrita sia a livello italiano con Mediaset, RAI e Sky, sia all’estero, con importanti referenze presso Fox, RTE – la televisione di stato irlandese – insieme al partner Comcast Technology Solutions, solo per citarne alcune. Di particolare rilevanza anche il progetto, segnalato dalla ricerca Gartner Market Insights (Five Emerging Digital Business Models for TSPs), che ha visto Fincons Group co-finanziare insieme a Sky Italia la creazione e la gestione di una piattaforma software di commercio elettronico, chiamata Commerce4Media, che ha anche lo scopo di affinare la personalizzazione dei modelli di pricing di Sky Online, diventati recentemente NowTV. Le competenze distintive di Fincons Group nel settore media, la cui business unit è responsabile per il 25 per cento dei ricavi della società, riguardano soprattutto l’ambito OTT TV, cioè la televisione over-the-top, nella distribuzione di contenuti digitali in streaming online e le tecnologie multi-screen, senza dimenticare l’importante tema della gestione dei diritti televisivi. La rivoluzione in atto nel business televisivo è sotto gli occhi di tutti, e vede queste nuove modalità prendere sempre più piede rispetto al broadcasting classico o alla distribuzione di tipo cable-tv: è in questo scenario che Fincons Group propone agli operatori la possibilità di ottimizzare i loro sistemi interni e anche di sviluppare infrastrutture scalabili per la monetizzazione dei contenuti, agevolando gli investimenti in nuovi servizi di intrattenimento multi-piattaforma.

Competenze al servizio del core business

Si tratta, come si può vedere, dei processi core business per le società del mondo media e broadcast, ma anche di diverse altre industry; svolgere consulenza e realizzare soluzioni per i processi fondamentali di business è una costante che caratterizza Fincons Group in tutti gli ambiti verticali nei quali opera. Il concetto è ben riassunto da Michele Moretti: «Offrendo consulenza e progettando soluzioni, anche grazie alle partnership che abbiamo con i principali vendor internazionali, acquisiamo competenze e ne facciamo tesoro, con l’importante risvolto di padroneggiare il know-how dei processi al di là degli specifici applicativi. E questo fa di noi una società di consulenza e system integration a tutto tondo». Ecco quindi che la business unit financial services, dedicata alle banche e alle assicurazioni, dove Fincons Group è presente praticamente da sempre e che attualmente rappresenta il 35 per cento circa dei ricavi della società, ha al suo attivo importanti realizzazioni. Tra i più recenti progetti, spiccano il processo di digital transformation svolto per il Gruppo Itas Assicurazioni, che ha completamente rivoluzionato tutte le attività di relazioni con i clienti, introducendo tra l’altro anche l’intelligenza artificiale e le chatbot nell’interazione, e il progetto per la società di riassicurazioni Swiss Re, che ha visto implementare un nuovo sistema di business process management per poter gestire al meglio le attività presenti in più di 35 paesi. Dedicata al settore transportation è invece la terza business unit, alla quale si deve il 20 per cento del fatturato, e che opera da molti anni con i principali operatori ferroviari sia in Italia sia in Svizzera. Infine, nei settori manufacturing, energy & utilities, che pesano per il restante 20 per cento del fatturato di Fincons Group, la società ha rapporti di collaborazione con i più importanti attori del mercato, e ha tra l’altro sviluppato una piattaforma di billing avanzata.

Il Delivery Center di Bari

Un altro punto di forza di Fincons Group è infine rappresentato dal Delivery Center di Bari, struttura dedicata all’erogazione di IT application management e di software development, nata più di nove anni fa con il preciso scopo di «offrire ai nostri clienti un approccio che noi chiamiamo “smart-shore”, che assicura da un lato costi competitivi e dall’altro elevata qualità del servizio» – sottolinea Michele Moretti. Le oltre 400 risorse qualificate che operano nel Delivery Center di Bari, molte delle quali provengono dal Politecnico del capoluogo pugliese, hanno al loro attivo anche numerosi progetti innovativi. Il più recente, frutto di un accordo con la Regione Puglia siglato nello scorso febbraio, intende promuovere le nuove frontiere dello smart manufacturing, traendo vantaggio dalle tecnologie IoT per rispondere alle esigenze delle aziende manifatturiere, aiutandole a passare più rapidamente alla “fabbrica intelligente” attraverso l’adozione di tecnologie digitali innovative. E anche questo è un ulteriore segnale della volontà di Fincons Group di guardare sempre avanti, per conquistare ancora nuovi traguardi.

Foto Gabriele Sandrini


  • 3
  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares
Categorie: Mercato