Al CES 2018 la prima missione italiana con le startup tecnologiche di eccellenza

Al CES 2018 la prima missione italiana con le startup tecnologiche di eccellenza
  • 27
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    27
    Shares

Anche l’Italia oggi è rappresentata in una delle principali vetrine mondiali dedicate all’innovazione tecnologica: 50 startup eccellenti promosse all’Eureka Park del CES

Le startup italiane più innovative sono finalmente presenti al Consumer Electronics Show 2018 di Las Vegas, un’occasione unica per essere avviate al mercato globale. Sono 50 le imprese che sbarcano all’Eureka Park, la maggior parte è il frutto del lavoro della missione italiana guidata da TILT, il primo Digital Hub nazionale che promuove startup nell’Information Technology, ideato da Teorema Engineering e AREA Science Park.

CES, che nel 2017 ha avuto oltre 180.000 visitatori, 60.000 internazionali in rappresentanza di 158 Paesi, è una delle più importanti manifestazioni dedicate all’innovazione al mondo. Ogni anno le startup straniere hanno una posizione di assoluto rilievo. In particolare, nel 2017, la delegazione francese è stata la seconda per dimensione, mentre quella italiana risultava assente. Quest’anno invece, da oggi fino al 12 gennaio, le nostre migliori startup possono mostrarsi, presentarsi e incontrare operatori professionali e finanziari provenienti da tutto il mondo.

La missione italiana “Made in Italy, The Art of Technology” si trova al booth 52443 Sands G, Eureka Park, in uno spazio dedicato al nostro Paese; di seguito l’elenco delle startup presenti.

Michele Balbi, Presidente di Teorema afferma “Si è parlato troppo dell’isolamento delle nostre imprese o addirittura dell’assenza sul piano globale. Abbiamo eccellenti imprenditori, pochissimi riconosciuti in tutto il mondo. Ci siamo impegnati per cambiare questa situazione e abbiamo ottenuto uno spazio importante. E questo è solo uno dei passi indispensabili per dare rinnovata competitività alle nostre aziende, insieme all’inserimento di competenze tecnologiche, e digitali in particolare, che non può più attendere. Estendere i prodotti tradizionali con componenti digitali, integrare nei processi produttivi nuove modalità operative agevolate dalle nuove tecnologie, aiutare le aziende a raggiungere nuovi clienti grazie al web e allo sfruttamento dei nuovi device, fare patrimonio dei dati raccolti (o raccoglibili) grazie ad IOT e alla loro interpretazione sono componenti irrinunciabili per il successo delle nostre imprese e per continuare ad avere una presenza significativa a livello nazionale e internazionale. Questo è il sogno che coltiviamo e che perseguiamo con passione e con tutte le nostre energie”. “Ci auguriamo che questa prima missione italiana, frutto della collaborazione virtuosa tra Pubblico e Privato, possa essere il primo passo per dare alla nostra nazione nel suo complesso un ruolo chiave nel mercato delle nuove tecnologie, sempre più importante per la creazione di valore e posti di lavoro”.

“Quando abbiamo pensato di  partecipazione italiana al CES  sapevamo di avere di fronte una sfida quasi impossibile – dichiara Stefano Casaleggi, Direttore Generale di AREA Science Park – Essere riusciti a trasformare un’idea in realtà è motivo per noi  di grande soddisfazione. Siamo riusciti ad aggregare, in poco tempo, partner di livello nazionale e raccogliere l’interesse di un gruppo di startup italiane con grandi potenzialità di sviluppo. Ma questo è solo l’inizio. Con la missione al Consumer Electronic Show Tilt evolve e si propone come canale di crescita per un’Italia che a una forte vocazione tecnologica unisce la creatività, da sempre peculiarità del nostro Paese”.

La missione, che è appunto nata dalla consapevolezza dei fondatori di TILT della mancanza di un’“Area Italia” al Consumer Electronics Show, ha subito trovato sostegno da parte di Associazioni e imprenditori. Il comitato promotore è composto da TILT (Teorema Engineering e AREA Science Park), UniCredit StartLab, Italia Startup (l’Associazione che raggruppa primari incubatori italiani, acceleratori e start up), e-Novia e Industrio con la collaborazione di APSTI – Associazione dei Parchi Scientifici e Tecnologici Italiani, il supporto della CRUI – Conferenza dei Rettori delle Università italiane, e la segreteria organizzativa curata dal World Trade Center Trieste.

La missione ha il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) e vede la collaborazione dell’Istituto del Commercio Estero (ICE).

È possibile conoscere le startup selezionate durante il Cocktail Party “Made in Italy, The Art of Technology”, mercoledì 10 gennaio al Venetian Hotel di Las Vegas alle ore 20.30: ognuna ha l’opportunità di raccontare la propria storia creativa, i progetti in definizione, le aspettative, le prospettive future. L’incontro, coordinato da Teorema e dall’Istituto del Commercio Estero (ICE), crea una piattaforma di relazione e dialogo tra i protagonisti della prima missione italiana al CES e i professionisti internazionali.

La selezione è stata estremamente accurata grazie alla presenza di esponenti di rilievo del mondo della ricerca e dell’innovazione fra cui il Professor Maurizio Fermeglia, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Trieste, e il Direttore Generale di AREA Science Park, Stefano Casaleggi.

Agricolus è un ecosistema di applicazioni cloud per l’agricoltura di precisione per ogni necessità.

Avanix progetta e sviluppa dispositivi elettronici indossabili e wireless che puntano a migliorare la qualità della vita e semplificare l’interazione tra le persone.

Beltmap è il Google Maps per persone non vedenti e ipovedenti che permette di orientarsi grazie a vibrazioni e a segnali audio.

Blubrake sviluppa sistemi di controllo elettronici per assistere il ciclista durante la manovra di frenata.

Egohealth si occupa di sviluppo, produzione, ingegnerizzazione e commercializzazione di prodotti e servizi innovativi ad alto contenuto tecnologico in ambito biomedico.

Emoj utilizza tecnologie avanzate di Emotional Data Analytics ed Intelligence capaci di attivare reazioni in tempo reale dello spazio e fornire servizi integrati al cliente.

Evensi è la più grande piattaforma che permette di trovare eventi in tutto il mondo.

GipsTech sviluppa e commercializza tecnologie di micro-localizzazione, puntando a estendere la localizzazione oltre la portata del GPS.

Graffiti for Smart City si occupa di ricerca e innovazione per prodotti architettonici che combinano soluzioni tecnologiche volte a rivitalizzare gli spazi urbani delle grandi città.

HiRide sviluppa innovativi ammortizzatori elettronici per mountain bike, e-bike, biciclette da strada.

Iooota vuole diventare il punto di riferimento per un nuovo concetto di “assistente domestico”.

IoTT Innovations Ltd è la prima azienda accreditata da TIM IoT Open Lab ed opera nella sempre più critica area dell’Internet of Things

Indigo AI è una piattaforma di IA che utilizza chatbot e machine learning per automatizzare esperienze personalizzate tra aziende e clienti.

Innaas crea agenti intelligenti per risparmiare tempo e semplificare i processi, di qualsiasi tipo essi siano.

Lumi Industries è una vera e propria rivoluzione nel mondo della stampa 3D, e non solo, per generare benefici alla portata di tutti.

MyAir ha creato un prodotto disegnato sulle esigenze del cliente, che interagisce con i loro desideri più semplici, come controllare la posizione della propria autovettura, gestire le trasferte lavorative, verificare il livello di carburante e controllare che non ci siano guasti e anomalie.

Netgrid offre l’IoT a supporto dei motociclisti; a Las Vegas presenta WOOLF, il primo dispositivo indossabile in grado di avvertire i motociclisti con largo anticipo rispetto alla presenza di punti pericolosi e tratti stradali in cui la velocità deve essere controllata.

NUWA Technologies presenta a Las Vegas la piattaforma di servizi web social che collega professionisti e artisti nel mondo della musica a livello globale.

Officina opera nel mondo dell’Innovation Technology con focus sulla Gamification (engagement, coinvolgimento e motivazione delle persone); a Las Vegas presenta la sua social app di event-sharing.

Proxy42 progetta e realizza piattaforme di gioco per smartphone sfruttando la moderna tecnologia delle Realtà Aumentata, per permettere agli utenti di organizzarsi e incontrarsi virtualmente e fisicamente attraverso comunità di gioco (community).

Recu mira a individuare pericolosi disturbi del sonno come OSAS (Sindrome da apnea ostruttiva del sonno) e migliorare la qualità della vita di milioni di persone.

ShargeMe risolve ed evolve il concetto di ricarica elettrica peri i possessori di veicoli elettrici, offrendo la possibilità di connettersi l’un l’altro in tempo reale via web o app mobile.

Spirugrow nasce con l’obiettivo di selezionare i super-alimenti del futuro e nella forma più fresca e pura possibile, garantendo un controllo diretto della qualità della produzione con l’aiuto delle moderne tecnologie a nostra disposizione.

UPSens sviluppa prodotti che migliorano la qualità della vita con un’avanzata tecnologia del benessere.

Verso ONE è un anello interattivo che, grazie a una serie di sensori inerziali, permette di acquisire i movimenti e gesti delle dita e della mano con un’accuratezza e una velocità molto elevate.

VinOled produce kit tecnologici per rendere smart borse e valigie, con una tecnologia composta da 4 funzionalità: luce led per illuminare l’interno della borsa, carica batteria wireless per ricaricare i device, GPS per localizzare e mappare i movimenti della borsa, pulsante SOS per inviare un messaggio di aiuto.

Vision Lab Apps è specializzata nello sviluppo di software per la realtà aumentata e gli Smart Glasses.

Yape è un micro veicolo self-driving per le consegne a domicilio in città in tempi record.

Zehus sviluppa “smart wheel”, ruote intelligenti che aiutano i veicoli a trazione umana ed elettrica.


  • 27
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    27
    Shares
Categorie: Mondo Start Up