Il web: uno strumento di comunicazione anche per il mondo dello sport

Il web: uno strumento di comunicazione anche per il mondo dello sport
  • 11
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
    12
    Shares

Era il 1960 quando furono avviate alcune ricerche per il progetto ARPA, attuato dal Ministero della Difesa degli Stati Uniti. Qualche anno dopo, nacque la rete ARPANET, alla quale si collegarono 4 computer di 4 università americane, che iniziarono così a comunicare tra loro anche a distanza. Nel 1971, i pc connessi a questa rete erano ben 23; mentre l’anno dopo nacque la famosa “chiocciola”(@, at sign) e un ente incaricato della gestione di internet. Pian piano, tanti computer in tutto il mondo iniziavano a collegarsi tra loro, fino ad arrivare al 1980, anno del primo hack della storia del World Wide Web, e al 1983 quando apparvero i primi server dotati di specifici nomi per il reindirizzamento a determinati siti. Nel 1985 vennero assegnati i domini nazionali e venne registrato il primo dominio .com; nel 1986 ci fu la prima connessione dall’Italia e nel 1990 scomparse ARPANET e nacque il linguaggio HTML. Nonostante tutta questa evoluzione partita effettivamente nel 1960, solo nel 1991, il Centro Europeo di Ricerca Nucleare annunciò ufficialmente la nascita del World Wide Web. Nacque finalmente quello che oggi è parte della nostra quotidianità: il web.

Solo nel 2015, si contavano oltre 3,3 miliardi di utenti in tutto il mondo e possiamo dire con certezza che, ad oggi, siamo molti di più. Internet è diventato fin da subito uno strumento di grande utilità: agli inizi l’abbiamo usato per studiare e per lavorare, poi siamo arrivati al punto in cui dal gioco alle interazioni, dall’intrattenimento agli acquisti, non possiamo più fare a meno del web. Quest’ultimo si presenta anche come un validissimo strumento di comunicazione, b2b e b2c, per qualunque settore: utilizzandolo ogni giorno, è ovvio che ogni realtà aziendale e libero professionista può trovare il suo pubblico di riferimento proprio su internet, quasi sempre connesso e alla ricerca di prodotti, informazioni, servizi e quant’altro.

Con il passare degli anni, numerose società sportive, associazioni, proprietari di palestre, atleti, personal trainer e allenatori di ogni genere si sono avvicinati a questo mondo digitale con l’intento di farsi conoscere. Così hanno iniziato a nascere importanti strategie di marketing strettamente legate a questi settori, che coinvolgono tutto ciò che fa parte del web.

Tuttavia, il mondo del web corre più veloce rispetto a quello dello sport, proprio come è accaduto dalla nascita di ARPANET all’arrivo dell’HTML. Infatti, se qualche tempo fa chi opera nel settore sportivo e del fitness si limitava ad essere social e a condividere qualche foto, adesso è tutto cambiato. Per essere presenti online nel modo giusto e per riuscire a farsi trovare da tanti potenziali clienti, è importante avere un sito web; sfruttare al meglio strumenti come i social network, le ads e le email; elaborare contenuti di valore e di qualità (blog, video, infografiche, etc.); crearsi una forte identità aziendale e puntare molto sulle tecniche di ottimizzazione per i motori di ricerca.

Ad ogni modo, tutto questo è il minimo, e il mondo dello sport si affianca spesso agli esperti del settore digital, in quanto non è facile seguire il progresso e far leva sulle nuove tendenze. Molte aziende si affidano infatti a valide web agency per lo sport che elaborano strategie di web marketing personalizzate in base alle singole aziende, ai loro obiettivi e al pubblico di riferimento, mettendo a disposizione le potenzialità di professionisti diversi tra loro: dagli esperti SEO ai web designer, dai grafici agli sviluppatori di applicazioni per dispositivi mobili, dai copywriter ai social media manager. Tutte queste figure professionali sono in grado di seguire i trend e di fare tutto ciò che serve per portare un’azienda alla crescita e al successo online.

Dal 1960 a oggi, di cambiamenti ce ne sono stati, anche per il mondo dello sport che, abbracciando la digitalizzazione, ha visto arrivare persino delle nuove e attuali tendenze, molto utili per il web marketing, che certamente qualche anno fa non ci saremmo mai aspettati. Si parla sempre più spesso di applicazioni e di realtà aumentata, di content marketing perfetto per lo sport, di SEO e mobile-marketing.

Questi sono i principali trend dell’inizio del 2018, che si faranno strada tra le migliori strategie di marketing, influenzandole e dandoci l’opportunità di stare al passo con i tempi. Anche chi opera nel settore dello sport


  • 11
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
    12
    Shares
Categorie: Dalle Aziende