Hitachi Systems CBT investe sulla formazione dei giovani in materia di cyber security

Michele Onorato, Security Office Manager dell’azienda, metterà a disposizione dei partecipanti la sua esperienza nell’ambito del primo Master di Experis Academy sull’argomento

Hitachi Systems CBT ha deciso di investire sulle nuove generazioni. Michele Onorato, Security Office Manager dell’azienda, parteciperà in qualità di docente al primo Master in Cyber Security di Experis Academy che ha l’obiettivo di insegnare a neolaureati e giovani professionisti come prevenire, individuare e agire in modo efficace contro gli attacchi in rete, attraverso un programma completo e approfondito su hacking, crittografia, sicurezza delle reti, sicurezza dei device mobili e Industria 4.0, oltre a workshop verticali sulla sicurezza informatica in ambito bancario.

In un periodo in cui si parla continuamente di sicurezza informatica, in vista della prossima entrata in vigore del GDPR, saltano ancora di più all’occhio i dati resi noti dalla Polizia Postale riguardanti allarmi e attacchi hacker, che nel corso del 2017 sono stati cinque volte superiori rispetto all’anno precedente. È dunque fondamentale per le aziende avere in casa figure professionali esperte e competenti, che al momento in Italia ancora mancano quasi del tutto.

Il master è stato pensato da Experis Academy, la talent company di ManpowerGroup, in collaborazione con il Clusit e in partnership con le più prestigiose aziende di settore tra cui Hitachi Systems CBT e alle quali, in qualità di Partner, è affidata la direzione didattica e la docenza. L’approccio didattico sarà fortemente orientato al mercato con sessioni in aula e workshop tenute da manager, responsabili tecnici e ingegneri delle aziende partner.

La prima prevenzione è proprio la formazione delle persone non solo rispetto alle nuove tecnologie, ma soprattutto ai rischi inerenti al loro utilizzo, troppo spesso sottovalutati” ha dichiarato Michele Onorato, Security Office Manager di Hitachi Systems CBT “Siamo contenti di poter partecipare a questa importante iniziativa che permetterà di creare competenze oggi poco presenti in Italia”.

Leggi anche:  Alexa, ci sono dubbi anche sulla privacy degli indirizzi fisici