IDC, la digital transformation è una priorità

La conferenza sul tema, organizzata da IDC a Roma a metà febbraio, ha trovato d’accordo enti e aziende sul fatto che si tratti di un cambiamento da intraprendere in ogni caso

I numeri sono significativi: otto aziende europee su dieci considerano attualmente la digital transformation una priorità strategica. Lo evidenziano gli studi di IDC, citati dallo specialista di ricerche sul mercato dell’ICT durante i lavori della IDC Digital Transformation Conference 2018, tenutasi a metà febbraio a Roma. Con il titolo molto significativo “Business & Society in the Era of Disruption”, “Business e società nell’era della disruption”, sono stati chiamati a discutere delle tendenze in atto alcuni dei principali vendor, come, tra gli altri, HP Italia e Schneider Electric Italia, oltre che relatori quali Fabrizio Rauso, Direttore Digital Organization di Sogei che ha parlato di gestione del cambiamento nell’ambito della digital transformation. Non è mancato anche un interessante momento di confronto, moderato da Fabio Rizzotto, Head of Local Research and Consulting di IDC Italia, che ha preso la forma di un talk show con aziende e istituzioni e che ha riunito esponenti di compagnie assicurative come Groupama e Sara Assicurazioni e di enti come la Corte dei Conti e l’Enav, per discutere di Customer Experience nella nuova economia digitale, che vede un mondo passare dall’essere client o citizen centric all’essere sempre più client o citizen driven.

Le spinte al cambiamento

Aprendo i lavori, Sergio Patano, Senior Research and Consulting Manager di IDC Italia, non ha mancato di sottolineare come oggi la trasformazione digitale non sia dettata solo dalla “transizione alle tecnologie della Terza Piattaforma e dall’avvento di Acceleratori dell’Innovazione come l’IoT o i sistemi cognitivi”, ma anche dal “ricambio generazionale di lavoratori e cittadini e soprattutto dalla forte digitalizzazione dei consumatori, che stanno mettendo imprese e Stato di fronte all’effettiva necessità di cambiare”. A ben guardare, ha infatti sottolineato IDC, “la trasformazione digitale succede comunque, e si tratta quindi di un cambiamento che va compiuto in ogni caso, per sopravvivere alle logiche del nuovo mercato e per rispondere alle esigenze dei nuovi cittadini”. Ma non solo: come è emerso nel corso dell’evento IDC di Roma, la trasformazione digitale non costituisce un percorso finito e delimitato, ma è un processo continuo e costante che deve portare aziende e istituzioni a implementare una vera cultura dell’innovazione, che abbracci certamente l’IT ma anche e soprattutto l’organizzazione.

Leggi anche:  Il digitale corre sulle strade di TeamSystem

Proposte tecnologiche

Constatando che forse siamo tutti trasformatori digitali, Davide Di Scioscio, Printing Category Manager di HP Italia, ha posto l’attenzione sulla crescente convergenza tra il mondo professionale e quello personale, anche alla luce con fenomeni quali il BYOD, Bring Your Own Device, che impongono alle aziende la necessità di integrare i dispositivi personali all’interno delle proprie infrastrutture. In questo scenario, bisogna continuare a prestare la massima attenzione alla sicurezza: grazie alla sua lunga esperienza in ambiti quali i PC e il Printing, HP pone l’endpoint come primo elemento a barriera rispetto alle minacce informatiche, con l’obiettivo di progettare prodotti dotati di cyber resilienza, imparando dalle minacce circostanti e anche auto-riparandosi. L’intervento di Vincenzo Spagnoletti, Data Center Sales Director di Schneider Electric Italia, ha invece riguardato la crescente importanza dell’Edge Computing e delle architetture ibride nella Digital Transformation, le cui esigenze richiedono di diminuire sempre più la latenza e incrementare l’ampiezza di banda, anche ai fini della continuità del business. È per questo che, accanto alle soluzioni integrate per Data Center regionali e alle soluzioni progettate per i grandi Data Center cloud, Schneider Electric propone anche soluzioni per mini Data Center, preconfigurate e di facile deployment.


Videointervista a Davide Di Scioscio, Printing Category Manager di HP Italia

Videointervista a Vincenzo Spagnoletti, Data Center Sales Director di Schneider Electric Italia