Il mercato italiano dell’Internet of Things vale 3,7 mld

Il 69% delle aziende italiane utilizza piattaforme IoT nonostante i rischi per la sicurezza

In Italia il mercato dell’Internet of Things è cresciuto di oltre il 30% nel 2017 e continuerà a farlo anche l’anno prossimo grazie a Smart Home e Industrial IoT

Il mercato dell’Internet of Things (IoT) in Italia è cresciuto più del previsto nel 2017 (+32%) e ha raggiunto un valore di ben 3,7 miliardi di euro. Questo è quello che emerge dall’analisi dell’Osservatorio Internet of Things della School of Management del Politecnico di Milano. Il tasso di crescita di queste tecnologie a livello nazionale è superiore a quella di altri Paesi europei dove gli utenti si interessano in particolare agli oggetti connessi.

Il successo dell’Internet of Things in Italia dipende da vari fattori. In primis la diffusione di app che sfruttano sistemi di connettività tradizionale o altre forme di comunicazione. In particolare gli utenti del BelPaese si sono concentrati su prodotti di Smart Metering come i contatori elettrici intelligenti, Smart Car e app di Smart Bulding, logistica, Smart City e Smart Home. Secondo i dati del Politecnico di Milano gli elementi che cresceranno di più nel corso del 2018 saranno Smart Home e Industrial IoT, sospinto dal Piano Nazionale Industria 4.0.

“Il 2017 è stato un anno molto positivo per l’Internet of Things, sia in Italia che a livello internazionale. – si legge nello studio – La crescita del mercato, l’evoluzione tecnologica e la proliferazione di startup sono tutti fattori che dimostrano come le potenzialità dell’IoT non possano più essere ignorate: dalle imprese coinvolte nel processo di trasformazione digitale delle fabbriche, alle Pubbliche Amministrazioni che grazie alla tecnologia possono collaborare con gli attori privati per avviare progetti di Smart City, fino ai consumatori sempre più orientati all’acquisto di soluzioni smart per la casa, l’auto, la salute e il tempo libero”.

Leggi anche:  I nuovi leak confermano un iPhone 12 alla iPad Pro

Nel mondo la crescita dell’internet of Things nel 2017 è stata favorita dall’evoluzione della sensoristica e dalla diffusione di smart speaker come Google Home e HomePod di Apple, che pare abbia comunque ridotto la produzione del dispositivo.  Il debutto ufficiale del 5G, tecnologia che verrà sviluppata in Italia in un apposito polo costruito a Genova, non farà altro che dare una ulteriore spinta al settore.