Twitter diventa più sicuro con la doppia autenticazione hardware

Il social network introduce la verifica a due fattori con chiavetta USB, come Google e PayPal. Un metodo più lungo ma che rende difficile la vita agli hacker

Sappiamo quanto la doppia autenticazione possa risolvere, in partenza, i problemi di violazione degli account. Con la necessità di ottenere un codice temporaneo via sms, qualsiasi servizio può adottare un livello di protezione aggiuntivo, che rende le modalità di accesso leggermente più lunghe ma con un beneficio in termini di sicurezza evidente. Già compagnie come Google e PayPal hanno introdotto la verifica in due fattori quali procedura non solo supportata ma del tutto consigliata, così da fronteggiare hacker e furti di profili. C’è uno step successivo che rende le cose ancora più solide: la doppia verifica via hardware.

In questo caso il codice temporaneo viene sostituito da una chiavetta simile a quella in dotazione ai clienti di banche e istituti di credito. Il token è comodo quando non si ha il telefono con sé e si vuole accedere ai servizi da dispositivi nuovi o pubblici, senza rischiare di compromettere i propri dati.

Sicurezza social

La notizia è che da poco anche Twitter supporta il doppio processo di verifica tramite token. Quello che è necessario è dotarsi di una key compatibile, come Yubikey, e abilitare il procedimento direttamente dalle impostazioni dell’account online. A quel punto, ad ogni nuovo accesso ci sarà bisogno della chiavetta USB, da inserire nel computer, in alternativa all’sms cn codice volatile. In un mondo in cui Twitter è visto come una fonte di notizie e una piazza dove chiunque può urlare il proprio pensiero, innalzare il livello di sicurezza è certamente un modo per prevenire la diffusione della disinformazione.

Leggi anche:  Il CEO di Twitter Jack Dorsey conferma: "Si potranno modificare i tweet"