#becomingthefuture di Altea Federation, il countdown è partito

#becomingthefuture di Altea Federation, il countdown è partito
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Giovedì 20 settembre al Teatro dell’Arte de La Triennale di Milano si parlerà di innovazione e crescita esponenziale nell’era del cambiamento. Ecco i nomi dei protagonisti della prima Annual Convention di Altea Federation

Il conto alla rovescia è appena iniziato. Il prossimo 20 settembre si apriranno le porte de La Triennale di Milano per #becomingthefuture, l’Evento Corporate di Altea Federation, che proprio quest’anno festeggia i venticinque anni di attività in ambito di integrazione di sistemi e consulenza informatica. Alla guida del Gruppo, composto da 12 aziende e oltre 1.000 persone, Andrea Ruscica, leader disruptive e instancabile appassionato di testi che prendono in esame i futuri sviluppi dell’innovazione. Sul palco de La Triennale di Milano presenterà le forze tecnologiche che stanno riplasmando le persone e le organizzazioni, ripercorrendo l’approccio #human #innovation #growth di Altea Federation.

“Siamo nell’era del becoming, del continuo divenire. Componiamo e ricombiniamo elementi differenti ogni giorno per ottenere performance migliori, unendo le insostituibili human skills alla potenza delle tecnologie intelligenti, dando spazio a infinite possibilità di sviluppo e crescita”.

La sfida del cambiamento verrà vinta da chi oggi ha già il coraggio di pensare al domani. È questo il tema centrale di #becomingthefuture che coinvolgerà Imprenditori, CEO, CFO, CIO, HR Director e Innovation Manager sul binomio human-tech.

Dopo l’intervento di Andrea Ruscica, seguiranno due tavole rotonde, animate da alcuni importanti esponenti del mondo economico italiano e internazionale, entrambe moderate da Francesca Chialà, Sociologa, TED & Inspirational Speaker e Business Coach. Nella discussione verrà affrontato il tema dell’innovazione e della collaborazione in azienda tra uomo e macchina attraverso il racconto di storie di imprese avvincenti. Alla prima roundtable (Imprenditori e CEO a confronto) parteciperanno Roberto Tascione, Worldwide CEO della multinazionale chimico-farmaceutica Zambon che riconosce da sempre l’importanza crescente delle tecnologie innovative e della digitalizzazione del mondo della salute e intende sviluppare moderne soluzioni, complementari ai farmaci, per migliore la vita dei pazienti; Mariacristina Gribaudi, Amministratore Unico di Keyline, società produttrice di chiavi e macchine duplicatrici che fin dalla sua fondazione coniuga il sapere artigianale alla continua innovazione ed evoluzione delle richieste del mercato; Claudio Marenzi, Imprenditore Presidente e Amministratore Delegato di Herno, esponente della moda Made in Italy che abbina la ricerca costante di materie prime funzionali e contemporanee a processi produttivi d’avanguardia; Fabrizio Rigolio, Imprenditore e CEO di Rizoma, che firma componentistica per moto dalla qualità estrema, dove la tecnologia e il design permettono di ottenere pezzi unici; Gabriella Amodio, fondatrice di Open Mark, licenziataria con l’esclusiva per il mercato europeo del marchio Hello Kitty, che si basa su un progetto di forte impatto tecnologico in grado di fornire alla produzione flessibilità e dinamismo; Giuliano Mosconi, Imprenditore Presidente e CEO di Tecno, azienda specializzata in mobili e scrivanie da ufficio dove l’entusiasmo per l’ingegneria, l’innovazione tecnologica, la cura del dettaglio e dei materiali, permettono di ottenere prodotti in grado di vincere le sfide imposte dal futuro.

Nella seconda tavola rotonda Gianfranco Chimirri, Direttore Risorse Umane e Comunicazione di Unilever Italia, che ha fatto della ricerca del talento un punto di forza e crescita; Donatella Isaia, Direttore Risorse Umane e Organizzazione di Vodafone Italia, che fa della tecnologia al servizio dei cittadini il suo principale slogan; Francesco Baroni, Business Innovation & Technology Management Senior Executive di Gi Group, realtà dedicata allo sviluppo di figure professionali, consapevole che il contesto nel quale le aziende si muovono è completamente mutato, dove competenze valide fino a vent’anni fa sono oggi obsolete e altre stanno per nascere o sono ancora allo stato embrionale, tanto che molti faticano a coglierne la rilevanza per i business del futuro; Andrea Roero, Chief Information Officer di Celli Group, leader nella spillatura di birra e soft drink, che ha deciso di investire nell’IoT e non solo per diventare una vera e propria azienda focalizzata sul servizio al cliente.

Leggi anche:  Octo Telematics migliora il servizio alle compagnie assicurative in tutta Europa grazie a Orange Business Services

Per Altea Federation #becomingthefuture sarà anche l’occasione per presentare il nuovo Bilancio di Sostenibilità del Gruppo. Il futuro del pianeta è infatti uno solo. Per questo non vogliamo farci sfuggire l’occasione per dare un contributo reale e concreto alla sua salvaguardia e tutela. È questo l’obiettivo dei progetti social & green promossi dal Gruppo. Si inseriscono in quest’ottica la collaborazione con Treedom per la creazione di una foresta reale e digitale che darà nuova vita ad alcune zone degradate in Kenya e Haiti, la scelta di puntare su gadget eco-frendly con 24Bottles, la partnership con Wami per la costruzione di pozzi d’acqua potabile in Senegal e le iniziative di co-making multimediale con We Do FabLab.

Save the Date: #becomingthefuture Giovedì 20 settembre a partire dalle ore 15:00 presso il Teatro dell’Arte de La Triennale di Milano per scoprire il futuro in divenire con Altea Federation.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Categorie: Mercato
Tags: fact, hoot