Pinterest è ancora vivo e adesso ha 250 milioni di utenti attivi

Pinterest è ancora vivo e adesso ha 250 milioni di utenti attivi
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares

Il social degli spilli cresce a un ritmo di 50 milioni di iscritti ogni anno, che hanno aggiunto alla rete oltre 175 miliardi di pin

Ricorderete Pinterest, il social network particolare che punta tutto sulle immagini. A differenza di Instagram, dove il flusso è basato sugli user generated content, qui il grosso delle condivisioni proviene da foto e gif anche protetti dal diritto d’autore e semplicemente appicciate sulle bacheche degli iscritti. Stando agli ultimi dati della compagnia, la rete di appassionati cresce di anno in anno, al ritmo di almeno 50 milioni di utenti attivi ogni 12 mesi, fino al totale odierno di 250 milioni.

Nello stesso periodo del 2017 eravamo a 200 milioni e ancora prima, settembre del 2015, a 100 milioni. I navigatori, sin dalla nascita nel marzo 2010, hanno pinnato 175 miliardi di contenuti; una decisa impennata vista l’ultima rilevazione (2017) che raccontava di 100 miliardi di segnalini.

Cosa succede

Insomma, Pinterest sta avendo un ritorno di fiamma? In realtà, impegnati a raccontare solo le vicende di Facebook e Twitter, spesso non ci rendiamo conto che lì fuori c’è un mondo social in fermento, con una base di utilizzatori davvero niente male. Non a caso, di recente la società ha assunto vari specialisti provenienti da big dell’hi-tech, come Li Fan, ex del team di Google Immagini e Chuck Rosenberg, a capo della divisione di ricerca di Google computer vision.

Ed è grazie a loro che Pinterest ha introdotto all’interno della sua app delle funzionalità avanzate davvero interessanti. Tra queste, Lens Your Look, con cui scattare una foto a un capo di abbigliamento e ricevere raccomandazioni sull’outfit da abbinare. Il futuro del social potrebbe essere proprio il commercio elettronico, tramite partnership con marchi e brand internazionali. Un modo per differenziarsi dalla massa, da quei Facebook e Twitter di cui parliamo troppo spesso.


  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares
Leggi anche:  YouTube: le nuove policy danneggiano i piccoli canali
Categorie: Web e Social
Tags: fact, hoot