OVH, l‘alternativa che libera il Cloud

OVH, l‘alternativa che libera il Cloud
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Giovedì 18 ottobre OVH ha riunito i protagonisti del proprio ecosistema in occasione della 6° edizione dell’OVH Summit, l’evento annuale organizzato dall’azienda.

Clienti, partner, professionisti dell’IT, circa 3000 visitatori erano presenti alla sessione plenaria di apertura, presieduta dal Presidente e Fondatore di OVH, Octave Klaba e da Michel Paulin, recentemente nominato CEO.

All’apertura dell’OVH Summit, Octave Klaba, ha illustrato la sua visione di Cloud alternativo. Al centro della rivoluzione dei dati, OVH ha il dovere di essere l’alternativa che libera il Cloud al fine di accompagnare clienti e partner nel raggiungimento dei propri obiettivi.

E per far sì che questa rivoluzione sia una reale evoluzione, la missione di OVH consiste nel permettere a tutti di gestire i propri dati, di innovare e agire in piena libertà, attraverso un Cloud “smart”, come ha affermato Michel Paulin, CEO di OVH. Un Cloud Semplice e rapido da implementare. Un Cloud Multi-locale, vicino a tutti, in tutto il mondo. Un Cloud a un prezzo Accessibile e prevedibile. Un Cloud Reversibile, aperto e interoperabile. Un Cloud Trasparente e responsabile.

Una strategia che ruota intorno a 4 universi

Questa visione si traduce con l’annuncio della creazione di 4 universi, adattati alle diverse tipologie di clienti OVH e alle esigenze di ognuno di loro in termini di fruizione di prodotti e servizi:

OVHmarket”, l’insieme degli strumenti per accelerarne la crescita, che risponde alle esigenze degli imprenditori che desiderano sviluppare la propria azienda grazie alle tecnologie digitali. Un portfolio di soluzioni Web, Telco e Cloud, rapidi da distribuire, semplici da utilizzare, con il supporto dei partner locali di OVH e a prezzi competitivi.

OVHspirit”, un insieme di infrastrutture per implementare una piattaforma Cloud. Gli appassionati di infrastrutture, di hardware e reti che desiderano implementare una piattaforma Cloud per il proprio business o per i propri clienti possono avvalersi di un‘infrastruttura Cloud, scalabile e multi-locale, basata su tecnologie avanzate che rispondono a specifiche esigenze e propongono il miglior rapporto qualità/prezzo.

OVHstack“, una piattaforma di Public Cloud con standard aperti, per esperti che intendono sviluppare applicazioni scalabili nel Cloud e che possono avvalersi di un Cloud Pubblico distribuito a livello globale che si integra in modo semplice nel loro ecosistema, mantenendone la reversibilità.

OVHenterprise”, un Cloud alternativo realizzare la propria trasformazione digitale. Questo universo si rivolge chi si pone obiettivi strategici affidandosi a un provider di servizi Cloud alternativo. In questo modo mantengono il controllo dei propri dati utilizzando un Cloud ibrido, che si basa a sua volta sul Private e Public Cloud di OVH.

Leggi anche:  Cosa significa essere un “cloud climber”?

Ognuno di questi quattro universi, grazie all’implementazione dei prossimi mesi, potrà far fronte alle crescenti esigenze dei rispettivi clienti a cui si rivolge.

OVHmarket, un insieme di strumenti digitali per accelerarne la crescita

  • La soluzione Hosting Cloud Web offre ai professionisti la possibilità di creare i propri progetti Web, come un sito Internet, una piattaforma di e-commerce o un’app mobile, all’interno di un ambiente protetto e performante. Questa soluzione innovativa coniuga la semplicità dell’hosting gestito su un server privato virtuale dedicato e non necessita di particolari competenze di gestione.
  • La soluzione Visibility Pro permette ai clienti che utilizzano il hosting Web di gestire le informazioni e le coordinate della propria azienda in più directory online, da un’unica interfaccia nel loro Spazio Cliente. Il vantaggio è un incremento della visibilità nei motori di ricerca, nei social network e nelle piattaforme di navigazione, e possono interagire più facilmente con le proprie community attraverso la pubblicazione di contenuti.

OVHspirit, infrastrutture per implementare una piattaforma Cloud.

  • Nelle prossime settimane, la larghezza di banda per tutti i server dedicati OVH sarà raddoppiata. I clienti che attualmente dispongono di una velocità di picco pari a 500 Mbps, potranno usufruire di 1 Gbps, allo stesso prezzo.
  • Il Gruppo sta per avviare un’importante ristrutturazione della gamma di server dedicati, con un’offerta diversificata, più chiara, in linea con gli utilizzi professionali e a tariffe sempre competitive. I server dedicati e i VPS di questa gamma usufruiscono di storage scalabili e dei servizi di rete e sicurezza di OVH: rete mondiale di fibra ottica con una capacità di 15 Tbps e 34 punti di presenza, con protezione anti-DDoS inclusa. I server saranno disponibili nei 28 datacenter di OVH, dislocati in 4 continenti, compresi gli Stati Uniti. Inoltre, OVH è l’unico provider a livello mondiale nella fornitura di server dedicati con o senza Patriot Act e Cloud Act.
  • OVH aggiorna i server dedicati Top Gamma. I server Top Gamma (HG) 2019 rispondono ai bisogni delle aziende che cercano l’eccellenza nell’affidabilità, nella sicurezza e nelle performance, riducendo i costi al minimo. Basati su processori scalabili Intel Xeon, tecnologie Intel Optane DC e 3D NAND Solid State Drives, sono particolarmente indicati per l’elaborazione di dati. Un’innovazione resa possibile dalla stretta collaborazione tra OVH e Intel per costruire la nuova generazione di servizi di infrastrutture Cloud. Prima della fine dell’anno, OVH arricchirà questa gamma con server progettati per l’intelligenza artificiale.
Leggi anche:  Il cloud di Interoute sbarca a Sydney

OVHstack, la piattaforma di Cloud pubblico con standard aperti

  • Per rispondere alle aspettative dei Cloud-native e degli sviluppatori che desiderano evolvere verso architetture di micro servizi, OVH lancia Managed Kubernetes in versione beta. La promessa è di una piattaforma Kubernetes pronta all’uso e gestita sul Public Cloud OVH, che coniuga agilità, flessibilità, performance e un prezzo competitivo.
  • Al fine di semplificare lo sfruttamento dei dati, OVH annuncia una serie di infrastrutture pronte all’uso: OVH Analytics Data Platform, una soluzione di Big Data analytics interamente open source basata su Apache Hadoop, distribuita in un’ora su Public Cloud; l’arricchimento delle offerte di Cloud DataBase, che propongono MariaDB, MongoDB, MySQL, PostgreSQL e Redis. Associato a questa offerta di gestione e utilizzo dei dati e al fine di accelerare l’adozione di tecnologie di deep learning, OVH mette a disposizione nel suo catalogo Public Cloud una nuova gamma GPU: un’offerta di GPU NVIDIA della gamma TESLA V100 insieme alla relativa piattaforma software, NVIDIA GPU Cloud. Ma l’innovazione non finisce qui e continua con un’offerta Cloud Database completata da soluzioni ad alta disponibilità, una piattaforma di machine learning “chiavi in mano” e, inoltre, strumenti di data processing come Apache Spack “as a service”.
  • OVH prosegue la propria crescita nella regione Asia-Pacifico estendendo la disponibilità dell’offerta di Public Cloud, con le gamme Instance e Storage incluse, nei datacenter di Singapore e Sydney prima della fine dell’anno. Tre nuove aree di disponibilità Public Cloud saranno implementate anche in Francia, mentre l’offerta Public Cloud integrerà un router virtuale e un Load Balancer (gamma Instance) con un pack di strumenti di monitoraggio del consumo e delle performance.
Leggi anche:  Una scelta di libertà: il mondo del cloud ibrido

OVHenterprise, un Cloud alternativo per realizzare con successo la propria trasformazione digitale

  • OVH completa la propria offerta per accompagnare le aziende nello sviluppo di una strategia multi-cloud integrando infrastrutture on-premise e infrastrutture Cloud. Ne è la prova OVHcloud Connect, che permette di connettersi in maniera totalmente isolata e sicura alla rete OVH attraverso i PoP in tutto il mondo, offrendo il massimo in termini di affidabilità e flessibilità.
  • L’offerta Software Defined Datacenter Center (SDDC) di OVH viene arricchita con l’integrazione della tecnologia vSAN di VMware. Gli Host vSAN includono uno storage locale basato su tecnologie NVMe/SSD di ultima generazione, compiendo un passo verso l’iperconvergenza e l’altissima performance. “OVH fornirà soluzioni avanzate di Private Cloud costruite sulla VMware Cloud Provider Platform, che consente ai clienti di usufruire di un’infrastruttura consolidata e di operazione on-premise e nel Cloud. VMware vSAN aiuta i clienti OVH a sviluppare i propri datacenter senza correre rischi, controllare i costi IT e le proprie dimensioni per far fronte ai nuovi bisogni dell’azienda – sostiene Rajeev Bhardwaj, Vice Presidente Product Management, Cloud Provider Software Business Unit, VMware.
  • Il Gruppo consolida i rapporti con i partner tecnologici proponendo l’offerta Veeam Enterprise, che consentirà a tutti gli utenti delle soluzioni di virtualizzazione VMware – sia per i clienti OVH che per altri utenti – di usufruire di una grande flessibilità sulle licenze Veeam. In questo modo potranno effettuare il backup di VM a prescindere dalla localizzazione – in loco, presso un altro fornitore di servizi Cloud e, naturalmente, presso OVH – e mantenere il controllo dell’infrastruttura digitale.

Nel corso di questa sesta edizione del Summit, OVH consolida il posizionamento di attore mondiale e leader del Cloud in Europa, proponendo un modello alternativo e aperto. All’interno di un universo estremamente competitivo, OVH continua a crescere e a scommettere sull’innovazione, motore di sviluppo del futuro.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Categorie: Cloud Computing