Engie, con Sinergest gestione audit a 360 gradi

Engie, con Sinergest gestione audit a 360 gradi

Engie sceglie la Sinergest Suite. L’azienda attiva nel settore dei servizi energetici semplifica le attività di monitoraggio e verifica delle risorse dalla formazione alla sorveglianza sanitaria in cantiere, automatizzando le procedure, i controlli operativi e la sicurezza

La filiale italiana di Engie, azienda worldwide specializzata nel settore dei servizi energetici, della vendita del gas, nella produzione di elettricità con offerte globali sull’intera catena del valore dell’energia, dalla fornitura ai servizi, si è affidata alla suite software di Sinergest per gestire la salute e la sicurezza in azienda, che da circa un anno, sta implementando il modulo Gestione Audit. «Abbiamo scelto la Sinergest Suite per rispondere alle mutate esigenze aziendali» – spiega Gianluca Coviello, head of health, safety, environment, general services, certification & processes di Engie. «Essendo cresciuti di dimensioni e arrivati alla soglia dei tremila dipendenti, non si potevano più gestire tutte le informazioni di sicurezza di ogni lavoratore con fogli Excel o Access. Quindi abbiamo cercato un gestionale che rispondesse alle nostre esigenze. Abbiamo valorizzato i componenti della suite dedicati alla gestione della formazione e della sorveglianza sanitaria a cui abbiamo aggiunto più recentemente la soluzione di gestione audit».

Sul territorio italiano, Engie dispone di sedi, cantieri di lavoro e presidi in cui la società è presente costantemente con il proprio personale. Il costante monitoraggio del rispetto delle prescrizioni in ambito salute e sicurezza sui luoghi di lavoro è uno dei primi obiettivi perseguiti dall’azienda. Tramite l’integrazione con i sistemi informativi aziendali, Engie ha informatizzato la propria distribuzione sul territorio e l’assegnazione del personale. Questa attività ha permesso di automatizzare molti aspetti della gestione. È stata creata una programmazione degli audit da parte dei responsabili del servizio prevenzione e protezione e sono state predisposte le relative check-list. Il meccanismo di audit è stato attivato inizialmente su un’area campione e in seguito esteso a tutte le sedi, presidi e cantieri.

UTILIZZO ANCHE MOBILE

La Sinergest Suite – come ci spiega il CEO Marco Vannucchi – offre una potenza applicativa a 360 gradi. Per le particolarità dei cantieri ma anche per rendere l’uso del prodotto semplice e immediato nelle registrazioni, Engie ha deciso di dotarsi del modulo mobile App Audit. Questo strumento, che permette di fare le registrazioni sul campo tramite tablet, semplifica l’esecuzione di diverse attività come l’elenco delle verifiche e il relativo calendario; la disponibilità dell’elenco dei quesiti e delle informazioni correlate; la registrazione di evidenze e anomalie; l’upload di foto, video, raccolta di firma digitale dei responsabili a corredo di ogni quesito; gli indicatori di stato dell’audit e gli esiti delle verifiche. Alla chiusura dell’audit, in presenza della connessione con il server, le informazioni raccolte in mobilità generano la compilazione automatica della check-list presente sul rapporto di audit.

Leggi anche:  Digital transformation, la formula vincente di Canon

«La nostra scelta è caduta su Sinergest per vari motivi» – spiega Coviello. «La suite è molto strutturata, e disponeva già dei moduli di cui avevamo bisogno e non abbiamo lavorato molto sulla personalizzazione, che è stata semplici e veloce». Engie ha iniziato a usare la Sinergest Suite a inizio 2017 e il modulo Gestione Audit dal 2018, e ha potuto apprezzare anche la disponibilità e la capacità di ascolto di Sinergest. «Ai fornitori di gestionale chiedevamo rapidità d’intervento e prontezza nella risoluzione di eventuali problemi. Queste due esigenze sono state pienamente soddisfatte dalle persone di Sinergest» – dichiara Coviello.