Electrify Verona: installati pali intelligenti per la ricarica veloce

Electrify Verona: installati pali intelligenti per la ricarica veloce

Prima infrastruttura di ricarica veloce (22 kW) di questo tipo in Europa

Presentata la prima infrastruttura di ricarica veloce di questo tipo in Europa. Si tratta di pali pubblici d’illuminazione in grado di ricaricare in modo veloce (a 22 kW) le vetture elettriche collegate e di offrire altri servizi come la connessione Wi-Fi, il controllo video dell’area circostante e il monitoraggio della qualità dell’aria. Oltre a questo, i pali sono connessi alla rete ed entrano così a far parte dell’Internet of Things, contribuendo a rendere Verona una smart city a tutti gli effetti.

“La strada verso una mobilità completamente elettrica è ancora lunga, ma questa seconda fase del progetto Electrify Verona costituisce un ulteriore passo avanti in questo senso. Infatti per facilitare la diffusione della e-mobility non basta solo incentivare l’acquisto di vetture a zero emissioni, è necessario anche predisporre un’infrastruttura e un’organizzazione adeguate a supportarne l’utilizzo. Per questo Volkswagen Group Italia è impegnata in prima persona in progetti concreti come Electrify Verona e non solo” ha dichiarato Massimo Nordio, Amministratore Delegato di Volkswagen Group Italia, in occasione della presentazione.

Da sinistra Michele Croce, Presidente di AGSM Verona, Federico Sboarina, Sindaco di Verona, e Massimo Nordio, AD di Volkswagen Group Italia

“Servizi come questi, a favore dell’e-mobility, aiutano ad avvicinare gli automobilisti alle vetture totalmente elettriche, aumentandone la diffusione” ha aggiunto Stefano Sordelli, Future Mobility Manager di Volkswagen Group Italia. “Crediamo che la presenza capillare di punti di ricarica veloce nel contesto urbano sia fondamentale a questo scopo”.

Questa seconda fase di Electrify Verona porterà all’installazione di altri 10 pali intelligenti nel Comune nel corso del 2019 – in totale 12, di cui 2 già attivi e prenotabili dalla App “SmartAppVerona” – con l’intento di arrivare a 100 punti di ricarica entro il 2021. La loro presenza è prevista anche nei quartieri non centrali, appunto per espandere la mobilità elettrica anche alle aree adiacenti ai centri storici.

Leggi anche:  Al MWC il robot collaborativo di Exprivia|Italtel per fabbriche 4.0

Electrify Verona

Avviato a metà settembre 2018, il progetto Electrify Verona ha già cominciato a dare il proprio apporto alla diffusione dell’e-mobility grazie a una prima tranche di iniziative: dal libero accesso alla ZTL a parcheggi dedicati gratuiti, da colonnine per la ricarica a una Wall Box gratuita per i residenti di Verona che acquisteranno un’auto elettrica, indipendentemente dalla marca. Infatti, sebbene le quote di mercato siano ancora piccole, sempre più persone scelgono di spostarsi a zero emissioni: nel 2018 nel Comune di Verona le immatricolazioni di vetture elettriche sono cresciute dell’86% rispetto all’anno precedente. Un dato confermato anche dalla richiesta di energia: AGSM ha erogato, attraverso l’attuale rete di punti di ricarica, a fine 2018 30mila KWh, pari a circa 3mila ricariche di vetture.