Cisco “libera” il potenziale dell’IoT grazie all’Intent-based Networking

Cisco “libera” il potenziale della rete IoT grazie all’Intent-based Networking

L’Internet of Things (IoT) ha un enorme potenziale ma solo se utilizzato nel modo corretto. Le aziende hanno differenti e specifici requisiti IoT e hanno bisogno di un’infrastruttura in grado di crescere e adattarsi al business.

Gran parte dei progetti IoT fatica a decollare perché non sono in grado di adattarsi alla produzione e la sicurezza è considerata un fattore secondario. In questo contesto, Cisco presenta nuovi prodotti di rete IoT, strumenti di sviluppo, guide di progettazione validate nuove specializzazioni per i partner, con l’obiettivo di fornire scalabilità, flessibilità e sicurezza senza precedenti agli ambienti IoT.

Le innovazioni includono:

  • Nuove piattaforme di rete IoT: Cisco presenta nuovi switch Catalyst e Integrated Services Routers industriali specifici per gli ambienti IoT. Entrambe le soluzioni sono potenziate dal sistema operativo IOS XE che abilita l’intent-based networking lungo campus, filiali e WAN. Le nuove piattaforme sono gestite da Cisco DNA Center, il quale offre alle aziende un unico punto di visione di tali ambienti.
  • Strumenti di sviluppo IoT: il programma Cisco DevNet, creato per gli sviluppatori, include oggi una nuova gamma di strumenti che permettono a clienti e partner di portare innovazione all’IoT Edge. I partner dell’ecosistema hanno dunque a disposizione un nuovo modo per creare e gestire le applicazioni nell’edge e offrire la flessibilità aggiuntiva necessaria per ottenere migliori risultati di business.  Il nuovo IoT Developer Center è uno strumento completo che include materiali didattici, strumenti di sviluppo e risorse a supporto affinché i partner possano sviluppare, sin da subito, soluzioni e applicazioni complete.
  • Blueprint per i settori delle Utility, Manifatturiero e Asset Remoti e Mobile: Grazie alla collaborazione con i partner del settore industriale, Cisco ha creato tre nuovi  Cisco Validated Designs: blueprint per architetture IoT provate, testate e validate per garantire risultati di business. Cisco Validated Designs permette a clienti e partner di passare rapidamente dalla fase di ideazione a un’implementazione di successo.
  • Corsi di formazione per i Partner IoT: i partner Cisco sono fondamentali per avviare e implementare con successo progetti IoT. Cisco sta creando un ecosistema globale di partner IoT, fornendo specifici corsi di formazione e programmi di specializzazione. I partner Cisco IoT certificati ottengono la massima visibilità tra i nostri team di vendita e i clienti in qualità di consulenti di fiducia in tutti i progetti IoT. Cisco ha inoltre un ampio ecosistema di partner industriali, ISV, costruttori di macchinari e service providers per fornire progetti IoT ai clienti nei settori manifatturiero, trasporti, energia, vendita al dettaglio, settore pubblico e altro ancora.
Leggi anche:  Donald Trump vuole che Tim Cook costruisca una rete 5G negli Stati Uniti

“Quando si parla di IoT, la conversazione verte sui risultati di business. Si parte dalla connettività quale elemento fondante di ogni implementazione IoT. Fornendo scalabilità, flessibilità e sicurezza, trasformiamo la rete in “un’arma segreta” a disposizione dei nostri clienti IoT”, ha commentato Liz Centoni, senior vice president and general manager, IoT di Cisco. “E, grazie al nuovo centro di sviluppo DevNet IoT, diamo la possibilità a migliaia di partner e sviluppatori di creare direttamente sulla nostra piattaforma IoT”.

“Abbiamo lavorato a stretto contatto con Cisco per la realizzazione del nuovo router industriale, compatto e a basso consumo, per soddisfare i rigorosi standard ambientali e di sicurezza in uso nel settore delle utility”, ha dichiarato Didier Hinguant, telecom director di Enedis. “Gestiamo e mettiamo a disposizione la nostra rete connessa a migliaia di router Cisco tramite il provisioning “zero touch” di Field Network Director, con una rete agile, altamente sicura e a prova di futuro che utilizza l’IPv6 per soddisfare i nostri vincoli di scalabilità”.

Estendere l’Intent-Based Networking all’IoT Edge

L’Intent-based networking rappresenta un cambiamento radicale nel modo in cui vengono create e gestite le reti. Abbandonando i metodi manuali e dispendiosi in termini di tempo con cui vengono tradizionalmente gestite le reti, queste reti moderne sono in grado di comprendere l’intento di business e di tradurlo in policy di rete. Negli ultimi anni, i clienti hanno adottato questa nuova modalità nei campus e nelle filiali. Oggi, l’IT può lavorare con le operations per gestire tali ambienti.

Il networking Intent-based fornisce tre principali benefici:

  • Scalabilità: Cisco ha semplificato le implementazioni IoT. Da oggi, i team IT possono sfruttare la propria expertise con strumenti a loro familiari come ad esempio Cisco DNA Center per adattarsi con più semplicità e in modo automatico. Le implementazioni più complesse che precedentemente richiedevano mesi, possono ora essere completati in ore se non minuti.
  • Flessibilità: in molti casi, il costo e gli sforzi per sostituire l’infrastruttura IoT sono eccessivi.  Design modulare significa che le piattaforme Cisco sono flessibili e a prova di futuro. In questo modo, i clienti possono facilmente passare alle nuove tecnologie come ad esempio il 5G, senza dover sostituire l’infrastruttura di rete. Le soluzioni Cisco Industrial Routers sono uniche nel loro genere e gli unici router industriali IPv6 5G-ready IPv6.
  • Sicurezza: Cisco crede fortemente in un approccio alla sicurezza multi-livello, in cui la sicurezza è integrata in ogni livello dello stack IoT, dall’hardware e software di rete fino alle applicazioni di edge computing. Grazie all’ampissimo portfolio di soluzioni di sicurezza, Cisco è in grado di fornire una soluzione completamente integrata senza lacune nella copertura.
Leggi anche:  Wall Street Journal: "Gli USA pressano l'Italia per bandire Huawei"