Come tagliare il tempo necessario per creare una app

Come tagliare il tempo necessario per creare una app

Il mercato delle app cresce rapidamente: secondo App Annie, raggiungeremo la cifra colossale di 258 miliardi di download entro il 2022. Ma le aziende non possono più permettersi di aspettare settimane per ricevere la versione iniziale di un’app, se vogliono guadagnare efficienza operativa e aumenti della produttività. La buona notizia è che produrre app in breve tempo è possibile se si considera con attenzione l’infrastruttura delle applicazioni web e si parte da una strategia precisa

A cura di Gianluca Mascioli, Head of Orange Cloud Business Southern & Central Europe

I vantaggi delle app aziendali

Il mercato delle applicazioni aziendali vede una crescita significativa, e secondo Gartner vale 310 miliardi di dollari. Ciò riflette il fatto che le imprese adottano sempre più app per migliorare la produttività e ridurre i costi.

Ogni azienda dovrebbe prendere in considerazione un’app per la propria attività, per una serie di motivi: le app aziendali possono far avvicinare tra loro i membri di un’organizzazione e integrare processi di business e operazioni come marketing, contabilità, pianificazione delle risorse, vendite e distribuzione, ad esempio. Inoltre, come beneficio aggiunto, nessun altro può avere accesso alle idee contenute nell’app.

Si può creare facilmente un’app aziendale costruendo un file di programma, aggiungendo un certificato e fornendola a utenti sia aziendali che esterni. Le app possono essere distribuite utilizzando Microsoft Intune, uno strumento di gestione basato su cloud che consente di caricare app mobili su dispositivi iOS, Android, Windows e Windows Phone.

È fondamentale raccogliere informazioni prima della fase di progettazione

Lo sviluppo di app aziendali su larga scala richiede sin dall’inizio una strategia ben ponderata, che comporta raccogliere informazioni cruciali che costituiranno la base del progetto. È importante che il team di progettazione abbia chiaro fin dall’inizio a cosa serve l’app e a chi è destinata. Un’app che non considera le esigenze degli utenti in ogni fase del suo sviluppo rischia di essere poco funzionale e inevitabilmente richiede tempistiche più lunghe di sviluppo – con i costi che comportano – per modificarla.

Leggi anche:  Una ricerca mondiale mostra la fotografia delle aziende verso la digital transformation

Selezionare la tecnologia giusta

Per accelerare la creazione di app e farle adottare universalmente in tutta l’organizzazione, è necessario selezionare la tecnologia giusta. Per prima cosa è cruciale considerare le esigenze dell’impresa e le piattaforme disponibili: alcune applicazioni utilizzano piattaforme specifiche, ad esempio, mentre altre utilizzano sistemi multi-piattaforma. Qui può venire in auto il fornitore di servizi e/o il partner di sviluppo.

Ad esempio, qualcuno potrebbe stare impiegando Android, Windows e iOS e aver iniziato a utilizzare l’Internet of Things (IoT). in questo caso si dovrà considerare lo sviluppo di un’app ibrida che possa essere utilizzata su più sistemi operativi e piattaforme.

Mettere in rilievo la sicurezza

L’app conserverà ed elaborerà dati aziendali riservati, perciò la sicurezza è fondamentale: anche se può rallentare lo sviluppo delle app, deve comunque essere sempre mantenuta in primo piano.

Per creare rapidamente app, ci sono dei passi da compiere per accelerare i processi senza trascurare la sicurezza. L’autenticazione, per esempio, deve essere pronta e duplicabile sulla nuova app. Questi sono tutte voci da spuntare nello sviluppo del sistema.

Chi dispone già di un’applicazione web regolare e sicura che utilizza il sistema centrale tramite l’interfaccia di programmazione dell’applicazione (API) e sta cercando di ottimizzarla per gli smartphone con un’app essenzialmente è già a buon punto: magari ha già anche acquisito esperienza utente, che consente di migliorare ulteriormente la funzionalità e l’interfaccia.

Secondo il report “Mobile Cyber ​​Attack Impact Every Business” prodotto dallo specialista di sicurezza Check Point, ogni azienda subisce una qualche forma di attacco mobile e registra almeno un attacco di malware mobile all’anno. Pertanto, è essenziale aggiungere forti funzionalità di sicurezza già in sede di progettazione, come l’autenticazione a più fattori.

Leggi anche:  Boomi presenta il nuovo servizio “Integration Center of Excellence”

Apple Xcode per la velocità

Strumenti come Apple Xcode sono molto utili per accelerare la progettazione delle app. Apple Xcode, ad esempio, include un editor di di alleggerimento del codice sorgente che accelera il processo di sviluppo. Xcode supporta anche diverse piattaforme di collaborazione, tra cui GitHub Enterprise, Bitbucket Cloud e GitLab.com, per aiutare il team a lavorare nel cloud. Per proteggere i flussi di lavoro, Xcode può generare chiavi SHH univoche e caricarle sul server. Un robusto motore di test è integrato nello strumento.

L’importanza dei principi UX/UI

Accelerare la progettazione dell’app non significa dimenticare l’importanza dell’esperienza utente (UX) e dell’interfaccia utente (UI). Seguire i principi UX/UI fa sì che l’app sia intuitiva, facile da usare e da controllare e, soprattutto, che gli utenti adottino e utilizzino l’app. Le caratteristiche devono essere chiare e utili: le app aziendali, ad esempio, dovrebbero consentire la collaborazione e la condivisione dei dati con altri colleghi.

Non dimenticare il tuo MSP

Infine, è importante coinvolgere il fornitore di servizi gestiti nelle procedure di sviluppo delle applicazioni, inclusa la distribuzione e le operazioni delle app aziendali: è in grado di offrire  consigli circa integrazione e compatibilità e facilitare il percorso per l’implementazione aziendale quando è il momento.