Exprivia|Italtel, i risultati 2018

Esker annuncia i risultati annuali 2018

In aumento fatturato e margini nel primo bilancio consolidato del gruppo Exprivia|Italtel

I dati economici positivi del processo di integrazione fra Exprivia e Italtel sono stati illustrati a investitori e analisti, nell’ambito della Star Conference di Borsa Italiana, dal presidente e amministratore delegato di Exprivia, Domenico Favuzzi, e dall’amministratore delegato di Italtel, Stefano Pileri, nuovo membro del CdA di Exprivia. Il 2018 è stato il primo anno dell’ingresso di Italtel nel perimetro di consolidamento, e il primo bilancio del gruppo presenta, dal punto di vista contabile, ricavi e margini in crescita, ma soprattutto registra riscontro e consenso dal mercato grazie a progetti sviluppati e proposti in completa sinergia da Exprivia e Italtel.

Sono stati illustrati i risultati conseguiti nel 2018, con ricavi di gruppo di oltre 623 milioni, superiori ai 614 milioni pro-forma dell’anno precedente, un Ebitda di circa 42 milioni, quasi raddoppiato rispetto al 2017, e il miglioramento della posizione finanziaria netta scesa a -214,6 milioni. Fra le unità produttive spicca il comparto Industry con una crescita del 10%, seguito dalla Sanità e dalla Pubblica Amministrazione. In linea con le previsioni l’attività nel comparto della Finanza e Assicurazioni e in quello Telco & Media.

Tra i successi prodotti dalla sinergia di Exprivia e Italtel, sono stati illustrati progetti e soluzioni messi in cantiere nel 2018. In particolare, nell’ambito di Industria 4.0, la soluzione Indy SUITE per la connessione degli impianti con le tecnologie wired e wireless e l’integrazione con sistemi gestionali; nella Sanità, di rilievo la realizzazione in Messico della più grande rete di informazioni cliniche e diagnostiche per conto dell’ente mutualistico dei dipendenti pubblici. Per il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, il potenziamento del sistema di prevenzione e gestione dei rischi ambientali di origine chimica, biologica, nucleare, ecc. Nel settore Telco, con Open Fiber lo sviluppo della rete a banda ultralarga per le aree bianche del Paese.

Leggi anche:  Zucchetti Horeca: accordo con RateBoard per la gestione delle tariffe alberghiere

È stata ribadita la visione del futuro del gruppo, di recente presentata a fine febbraio al Mobile World Congress di Barcellona, uno dei più importanti appuntamenti mondiali dell’ICT.

“L’andamento soddisfacente dei conti economici del 2018 – ha affermato Domenico Favuzzi – sono una evidente conferma della validità del piano di integrazione fra Exprivia e Italtel, a cui hanno contribuito i successi industriali dei progetti concepiti e sviluppati insieme dalle due aziende. In questo quadro di continuo progresso nell’integrazione in un unico gruppo, si inserisce anche l’ingresso per cooptazione dell’amministratore delegato di Italtel Stefano Pileri nel nuovo CdA di Exprivia, il cui contributo riteniamo essenziale per continuare la costruzione di uno dei più grandi player del settore tecnologico a livello nazionale e internazionale”.

“Il primo anno di consolidamento di Italtel all’interno del gruppo costituito con Exprivia – ha sottolineato Stefano Pileri – ci trova soddisfatti per il contributo fornito, sia in termini di ricavi che per l’operatività comune sviluppata in progetti e soluzioni in Italia e all’estero. Presentarsi come interlocutore unico, in grado di seguire anche i progetti più complessi lungo l’intero ciclo di vita, dimostra la capacità di fare sinergia e di andare sul mercato con strumenti e competenze adatte a anticipare l’innovazione tecnologica nell’ICT e a soddisfare la domanda di trasformazione digitale”.