Amal e George Clooney assieme a Microsoft per migliorare la giustizia in tutto il mondo

L'aggiornamento di Windows 10? Problematico per alcuni Surface Book 2


Minoranze, bambini, giornalisti, attivisti e altri soggetti “deboli” vivono continue situazioni di disagio nei tribunali in giro per il mondo, ma la tecnologia può essere un aiuto

Possono le aule di giustizia essere luoghi pericolosi? Sì, quando si tratta di comunità emarginate, giornalisti, attivisti e difensori dei diritti umani. Spesso i sistemi giudiziari spingono per sopprimere i dissidenti e discriminare i più deboli e vulnerabili. Ed è per questo che un gruppo di partner progetta di utilizzare la tecnologia per aiutare gli osservatori a scoprire e far luce su questi errori giudiziari. Alla base di tutto ciò vi è Microsoft, che ha svelato l’iniziativa che coinvolge l’avvocato Amal Clooney e suo marito, l’attore George Clooney. La Clooney Foundation for Justice e la società stanno lavorando a TrialWatch, che aiuta i volontari a raccogliere e riferire i dati sui procedimenti legislativi. L’obiettivo è identificare le tendenze e a tenere traccia dei casi che coinvolgono le minoranze, come gli omosessuali e i minori.

Cosa può fare Microsoft con i Clooney

“Le corti in tutto il mondo sono sempre più usate per mettere a tacere i dissidenti e colpire i più deboli. Finora non c’è stata una risposta sistematica a tutto questo” – ha dichiarato Amal Clooney – il programma Trial Watch della Clooney Foundation for Justice è un’iniziativa globale per monitorare i processi, esporre gli abusi e difendere le vittime, in modo che l’ingiustizia possa essere affrontata, un caso alla volta”. L’app utilizza la tecnologia cloud Microsoft Azure e gli strumenti di intelligenza artificiale e sarà disponibile su iOS, Android e sistemi operativi Windows. I dati possono essere registrati in un’ampia varietà di lingue e tradotti utilizzando la tecnologia Microsoft, inclusa la traduzione automatica.

“Questa nuova tecnologia promuoverà l’equità nelle prove rendendo il mondo un testimone di ciò che accade nelle aule dei tribunali – sono le parole del presidente di Microsoft, Brad Smith – l’app TrialWatch che abbiamo sviluppato con la Clooney Foundation for Justice aiuterà ad analizzare la correttezza delle indagini, tramite la condivisione delle informazioni con gli esperti in giro per il mondo. Si tratta di un passo fondamentale per sostenere la giustizia dove conta di più, laddove la libertà di un imputato dipende da un processo equo e corretto”.

Leggi anche:  Google sta censurando i risultati di ricerca in Russia