Amazon Alexa ora è compatibile con oltre 60mila dispositivi intelligenti

Amazon Alexa ora è compatibile con oltre 60mila dispositivi intelligenti

Più di 7.400 brand hanno già device IoT compatibili con Alexa, l’IA di Amazon; e intanto il mercato continua a crescere

Alexa può interagire con più di 60 mila dispositivi intelligenti. Il numero rende l’assistente virtuale di Amazon il più aperto sul mercato, quello che può comunicare con la più vasta flotta di terminali. Secondo Digital Trends, il dato rappresenta un significativo aumento della disponibilità, in quanto solo un anno fa, il gruppo guidato da Jeff Bezos riferiva della compatibilità con 12 mila device, in pratica quasi un quinto di quelli odierni. Statisticamente, la compagnia ha accresciuto il numero di prodotti che supportano Alexa del 200% negli ultimi otto mesi.

In termini di paragone con i dispositivi intelligenti, gli assistenti vocali concorrenti, come Assistente Google e Siri di Apple sono in ritardo, con il primo, in particolar modo, che supporta 10 mila gadget da oltre mille marchi. Questo numero potrebbe essere aumentato dall’ultima rilevazione dello scorso novembre ma è improbabile che abbia permesso a Big G di avvicinarsi così tanto ad Alexa.

Cosa succede sul mercato IA

Tale margine potrebbe ottenere anzi un aumento dal momento che Google ha chiuso il suo programma “Works with Nest” in seguito all’integrazione del marchio nel suo ultimo Google Nest Hub Max.  Secondo Engadget, la nuova iniziativa sulla privacy consentirà la condivisione dei dati tra dispositivi e app connessi, ma solo per una manciata di partner strettamente validati. Nonostante la compatibilità di Alexa con così tanti device, Assistente Google e Siri sono ancora i più diffusi, anche grazie alla loro primaria presenza sugli smartphone che, ovviamente, molto più popolari degli altoparlanti intelligenti e probabilmente lo saranno ancora per il prossimo futuro. 

Leggi anche:  Salute e intelligenza artificiale, ecco i sette fattori chiave