Perché Mozilla pensa a un Firefox a pagamento

Tor arriva ufficialmente su Android

La Mozilla Foundation starebbe progettando una versione premium del suo famoso browser per offrire funzionalità avanzate agli utenti

Secondo quanto riferito, Mozilla ha deciso di lanciare in autunno una versione premium del suo famoso browser Firefox. In un’intervista con T3N, l’amministratore delegato della società, Chris Beard, ha dichiarato che il suo obiettivo è rendere disponibile la nuova versione entro ottobre, con funzionalità avanzate come una VPN e archiviazione cloud sicura.

La società ha già sperimentato un servizio di rete privata virtuale, collaborando con ProtonVPN e offrendo un abbonamento da una decina di dollari al mese. Ora, Mozilla vorrebbe implementare la piattaforma, magari con maggiore larghezza di banda per navigatori professionali o comunque per chi necessita di una VPN senza grossi limiti.

Cosa sappiamo

Non è chiaro se ciò comporterà il pagamento di un una tantum oppure di un canone periodico ma è probabile che quest’ultima sia la possibilità da seguire, anche a fronte dei progetti passati. Beard ha specificato che non esiste una strategia che richiederà del denaro agli utenti semplici, che oggi accedono a funzionalità gratuite di Firefox.

“Quello che vogliamo chiarire è che non abbiamo in mente di caricare introiti per cose che oggi si usano gratis. Quindi realizzeremo un servizio in abbonamento solo per un livello premium. E l’obiettivo è di farlo entro quest’anno, probabilmente in autunno”. Al momento non ci sono parole sul prezzo, ma una versione premium di Firefox focalizzata sulla privacy sembra un’offerta allettante, in un momento in cui è difficile evitare di essere tracciati sui dispositivi digitali, con un sacco di rischi per la riservatezza dei propri dati.

Leggi anche:  La sicurezza di iOS 12? Si aggira con l’opzione gruppi di FaceTime