Cloud per la PA: Inaz qualificata tra i fornitori dell’Agenzia Italia Digitale

Cloud per la PA: Inaz qualificata tra i fornitori dell’Agenzia Italia Digitale

La società è nel ristretto numero di realtà che le PA possono individuare come fornitori qualificati AgID, sia in ambito CSP (Cloud Service Provider), sia in ambito SaaS

Inaz, società italiana specializzata nei software e nei servizi per amministrare il personale e gestire le risorse umane, è entrata a far parte del Catalogo dei servizi Cloud qualificati per la PA (Cloud Marketplace AgID), nel quale le Pubbliche Amministrazioni possono individuare i fornitori CSP (Cloud Service Provider) e SaaS (Software as a Service).

«Si tratta di un importante traguardo che ci permette di supportare le PA nella loro strategia Cloud in ambito HR, settore nel quale la digitalizzazione offre enormi opportunità in termini di efficienza, qualità e risparmio» afferma Linda Gilli, presidente e amministratore delegato di Inaz. «Questa qualificazione – prosegue Gilli – si aggiunge alle numerose certificazioni che Inaz ha ottenuto allo scopo di trasformare gli investimenti in qualità e sicurezza dei prodotti e servizi in un valore aggiunto per i propri clienti. In particolare, la PA è un mercato al quale da sempre guardiamo con interesse, e per il quale abbiamo sviluppato soluzioni ad hoc che permettono di gestire al meglio le persone e l’organizzazione del lavoro».

Dal 1° aprile 2019 le Pubbliche Amministrazioni alla ricerca di un fornitore di servizi SaaS per il Cloud hanno l’obbligo di individuarlo nell’elenco dell’Agenzia Italia Digitale (AgID), che comprende le società che si sono qualificate dopo rigorosi controlli su qualità, sicurezza e ottemperanza alla normativa. Attualmente sono ancora poche le realtà che fanno parte del Catalogo, dove è possibile qualificarsi sia per il CSP sia per i servizi SaaS: Inaz è stata tra le primissime società a rientrare in entrambe le categorie, avendo qualificato prima il proprio Datacenter e, subito dopo, il SaaS, rientrando così fra i primi 15 fornitori AgID accreditati per questo servizio.

Leggi anche:  Nel 2018 spesa sanitaria digitale a 1,39 miliardi (+7%)

«Gli enti pubblici sono molto diversi fra loro e il nostro obiettivo è essere un partner strategico per tutte le realtà che vogliono innovare e organizzare al meglio le persone – conclude Linda Gilli –. Offriamo applicativi e servizi per supportare le PA in tutte le attività legate all’HR management: gestione giuridica e dotazione organica, gestione presenze e terminali di timbratura, gestione economica del personale, gestione di trasferte, concorsi e formazioni e archiviazione digitale. Tutti strumenti che permettono di migliorare i processi e ottenere significativi risparmi».