ServiceNow: Mauro Solimene è Mediterranean Area Vice President

Come creare una cultura aziendale solida anean Area Vice President

Questa posizione affida al manager la guida e la gestione dei mercati di Italia, Spagna, Portogallo e Israele

ServiceNow comunica che Mauro Solimene è il nuovo Mediterranean Area Vice President, ruolo che include la gestione e la guida di Italia, Spagna, Portogallo e Israele. Mauro è in ServiceNow da ottobre 2016, quando era entrato a far parte dell’azienda con il ruolo di VP Solution Sales dell’area EMEA. Con un’esperienza manageriale più che trentennale nel settore IT, si è sempre distinto per i traguardi raggiunti e i successi ottenuti, che lo hanno portato a ricoprire nel corso della sua carriera incarichi di crescente responsabilità, presso importanti aziende multinazionali del mondo IT, come BEA Systems, CA Technologies e Oracle.

ServiceNow continua a focalizzarsi sull’Europa e Mauro si occuperà di consolidare e sviluppare ulteriormente l’azienda e le sue strategie nell’area del mediterraneo. L’Italia è una Country fondamentale per lo sviluppo dell’area EMEA, che a sua volta contribuisce attivamente e in maniera energica al successo mondiale di ServiceNow. L’azienda, infatti, ha fatto segnare nel 2018 un altro anno record per quanto riguarda il fatturato, confermandosi partner strategico per la digital transformation di circa il 75% delle aziende Fortune 500.

“Il mondo ha una dimensione digitale che ogni giorno è sempre più grande. Ma le interazioni, lo svolgimento delle attività e l’offerta di servizi devono compiersi rispettando punti chiave come la convenienza, la velocità e la qualità”. Ha dichiarato Mauro Solimene, Mediterranean AVP ServiceNow. “I dipendenti vogliono svolgere il proprio lavoro in maniera consumer friendly e con la user experience migliore possibile e le aziende hanno bisogno di soluzioni che abilitino questa tipologia di esperienza per rimanere competitive. Noi supportiamo le aziende e i dipendenti nel raggiungere la trasformazione digitale e non vediamo l’ora di lavorare con le aziende italiane che vogliono intraprendere questo viaggio”.

Leggi anche:  Barbora Polachova è la nuova Head of Partnerships di Yolt