Talend annuncia la release Summer ’19 di Talend Data Fabric

Talend annuncia la release Summer '19 di Talend Data Fabric

La nuova release Summer ’19 di Talend Data Fabric è progettata per dare il via alle integrazioni di dati e offre la possibilità di scalare rapidamente in ambienti ibridi e multi-cloud complessi

Talend ha annunciato la release Summer ’19 di Talend Data Fabric, la sua suite end-to-end. La nuova versione rappresenta la prima piattaforma scalabile disponibile sul mercato che consente una facile accelerazione per lo sviluppo di tutti i tipi di ambienti di integrazione dati, dalle semplici attività di acquisizione dati agli scenari più completi. La versione Summer ’19 consente alle aziende di gestire da subito le esigenze aziendali per l’avvio di progetti di integrazione dati a lungo termine come la governance e il supporto cross-cloud.

La nuova release di Talend Data Fabric consente ai professionisti dei dati – dai ‘citizen integrator’ agli sviluppatori più tecnici – di adottare rapidamente progetti di data warehouse e di passare facilmente a casi d’uso ibridi multi-cloud più complessi e affidabili. Le nuove funzionalità flessibili con modello di pagamento a consumo, la chat integrata e la preparazione dei dati basata su machine learning, possono accelerare lo sviluppo di progetti nuovi e di quelli già in corso. Grazie ai miglioramenti della protezione dei dati e DevOps scalabili con supporto migliorato e all’integrazione automatica continua (CI), Talend Data Fabric è in grado di assicurare la gestione di progetti di qualsiasi dimensione e complessità.

“Il cloud ha cambiato le aspettative delle aziende su quanto sia facile acquistare e utilizzare le soluzioni software aziendali”, ha affermato Ciaran Dynes, SVP Products, Talend. “La modalità in cloud consente di pagare in base al consumo, offrendo flessibilità e un entry level a basso rischio per avviare un progetto di integrazione di qualsiasi portata”.

Leggi anche:  Fincons Group al NAB Show 2019 con i suoi progetti di successo

Le nuove funzionalità della versione Summer ’19 includono:

Facilità e rapidità di avvio di progetti di integrazione dati

  • L’opzione flessibile con pagamento a consumo con Pipeline Designer abilita una fatturazione più semplice in base a quanto viene utilizzato consentendo l’avvio di progetti di integrazione dei dati di nuova generazione
  • La chat integrata offre assistenza online in tempo reale per aiutare gli utenti a risolvere i problemi tecnici

Scalabilità per integrazioni complesse affidabili in ambienti cloud, ibridi e on-premise

  • Dati intelligenti con integrazione di funzioni di machine learning (MagicFill)
  • Distribuzioni ibride gestite centralmente dal cloud
  • Il supporto completo per i Databricks e connettività Microsoft Azure con Pipeline Designer offre maggiori opzioni per la connettività e l’elaborazione di big data su larga scala
  • Supporto nativo esteso per Delta Lake, il livello di storage open source che rende disponibile l’analisi dei dati
  • La nuova funzione Format Preserving Encryption reversibile che soddisfa le esigenze di protezione dei dati sensibili

Accelerare lo sviluppo su larga scala

  • Il supporto avanzato per i container offerto da Docker per Data Services e Routes permette di scalare facilmente verso l’alto e verso il basso in base alle esigenze aziendali
  • L’automazione CI aziendale può essere facilmente attivata utilizzando il nuovo plug-in zero config CI per sfruttare automaticamente CI / CD senza alcuna impostazione o configurazione complessa.

“Il percorso di trasformazione digitale è unico per ogni singola azienda”, ha continuato Dynes. “I requisiti per avviare un progetto di integrazione dati sono diversi da quelli di un progetto più consolidato. Le aziende possono partire rapidamente con un’unica soluzione funzionale, ma in ultima analisi, ciò che impegna risorse in azienda è la sfida dell’integrazione di molteplici ambienti  multidimensionali. La nostra release Summer ’19 è innovativa e risponde alle esigenze di un mercato dinamico con un ambiente unificato che può scalare facilmente per aiutare le aziende a sfruttare tutti i dati, comprenderli meglio, prendere decisioni più intelligenti e ottenere un maggiore valore per il proprio business”.

Leggi anche:  La modalità Chrome Dark arriva su Windows 10