HMD riporta in vita il Nokia 2720

HMD riporta in vita il Nokia 2720

Completo di Assistente Google e connessione 4G, il telefonino a conchiglia è l’ennesimo ritorno in auge parte dell’operazione nostalgia dello storico marchio

HMD Global, il marchio che ha rilevato buona parte dello storico marchio finlandese Nokia, ha resuscitato l’ennesimo telefono che rientra nell’operazione nostalgia, il Nokia 2720. Abbiamo già visto nuove versioni del Nokia 3310 e dell’8110 e la settimana scorsa, all’IFA di Berlino, HMD ha mostrato una versione moderna del Motorola Razr: il 2720. Pur mantenendo le basi dell’originale di 10 anni, il brand ha aggiornato il cellulare con un design più elegante e un display interno da 2,8 pollici, più grande di quello di un tempo. Le funzionalità sono però simili all’iterazione di inizi 2000: le chiamate in arrivo vengono visualizzate sul display esterno da 1.320 del 2720 e si può semplicemente rispondere aprendo il dispositivo a conchiglia.

Come è fatto

Sebbene il nuovo e migliorato Nokia 2720 monti KaiOS, un software progettato principalmente per i telefonini poco intelligenti, supporta anche app come Google Maps, Facebook, WhatsApp e YouTube e include persino l’Assistente Google. Si può dunque usare il software per comporre messaggi di testo, o effettuare altre ricerche, evitando di ricadere un’altra volta nel mondo fatato, ma oramai in disuso, di una tasitera con il T9.  Naturalmente, il Nokia 2720 può ancora eseguire Snake e, come tutti i cosiddetti telefoni “Nokia Originals” di HMD, offre una durata della batteria elevata, che fa impallidire anche gli smartphone di punta più sofisticati, con la promessa di godere di ben 27 giorni di standby.

Offre uno slot dual-SIM e supporto per LTE, con HMD che vanta che il dispositivo economico può fungere da hotspot 4G. Il Nokia 2720 sarà disponibile alla fine del mese al prezzo di 89 euro. L’azienda ha anche presentato il Nokia 7.2 e il Nokia 6.2, una coppia di midranger Android. Il primo vanta una configurazione tripla di telecamere, con una principale da 48 MP accanto al chipset Snapdragon 660 e al display PureView, mentre il secondo sfoggia una serie di specifiche decisamente più mediocri. Entrambi nei negozi a breve.

Leggi anche:  Oppo porta in Italia i nuovi RX17 Pro e Neo