HPE e Nutanix annunciano la disponibilità di GreenLake e ProLiant DX

HPE e Nutanix annunciano la disponibilità delle soluzioni GreenLake e ProLiant DX

Le soluzioni HPE GreenLake per Nutanix e ProLiant DX ottimizzano l’agilità dell’azienda, riducono i costi e offrono una scelta più ampia ai clienti 

A seguito della partnership annunciata lo scorso aprile, Hewlett Packard Enterprise (HPE) e Nutanix hanno annunciato la disponibilità di HPE GreenLake for Nutanix, la soluzione integrata di cloud ibrido aaS (as a service) di HPE, e dell’appliance HPE ProLiant DX. Grazie a questa partnership, HPE e Nutanix offrono a clienti e partner maggior libertà di scelta nella definizione delle loro strategie di cloud ibrido.

“Il cloud ibrido offre oggi un vantaggio strategico alle aziende, garantendo loro la flessibilità per archiviare i dati dove desiderano, mantenere il livello di controllo richiesto e adattare i carichi di lavoro in modo più efficiente, al fine di fornire il livello di servizio che i clienti si aspettano”, ha dichiarato Pradeep Kumar, Senior Vice President e General Manager di HPE Pointnext Services. “Grazie alla nostra offerta combinata con Nutanix, aiutiamo i clienti a fornire funzionalità cloud con maggiore agilità, flessibilità, controllo e scelta, in modo che possano concentrarsi sulle iniziative digitali che consentono loro di innovare e far progredire la loro azienda”.

“Le aziende sanno che il cloud ibrido è il modello IT ideale e hanno bisogno di soluzioni che ne facilitino la distribuzione” ha affermato Monica Kumar, Senior Vice President of Product and Solutions Marketing di Nutanix. “Il nostro obiettivo è rendere invisibile l’infrastruttura cloud alla base, in modo che le aziende possano concentrarsi su ciò che conta di più per loro: le applicazioni. Grazie alla partnership con HPE, permettiamo a un numero sempre maggiore di imprese di trovare facilmente la giusta soluzione di cloud ibrido e di concentrarsi sul business aziendale”.

Leggi anche:  Aziende a passi spediti verso il multicloud

La soluzione HPE GreenLake sfrutta il software Enterprise Cloud OS di Nutanix, e la sua tecnologia hypervisor AHV integrata, per fornire ai clienti un cloud privato interamente gestito da HPE, riducendo in modo significativo il TCO, assicurando un time to value più rapido e permettendo ai clienti di pagare il servizio in base al consumo reale. Grazie ad HPE GreenLake le aziende possono progettare soluzioni IT con le tecnologie di loro scelta e fruirne in modo semplice, beneficiare di un risparmio del 30% delle spese in conto capitale grazie a un overprovisioning ridotto, incrementare del 40% l’utilizzo delle risorse IT diminuendo l’onere dell’assistenza sul personale delle IT operations, e di conseguenza ottenere un time to value più rapido per i loro progetti IT prioritari. A partire da oggi, è possibile ordinare la soluzione as a service negli oltre 50 paesi in cui vengono offerte le soluzioni HPE GreenLake. La proposta HPE GreenLake per Nutanix si focalizzerà inizialmente sulla semplificazione delle iniziative  in ambito End User Computing, database e cloud privati dei clienti.

La soluzione HPE ProLiant DX si basa sui server HPE ProLiant e Apollo con software Nutanix pre-installato e spedito direttamente dagli stabilimenti HPE. HPE ProLiant DX riunisce il software e la tecnologia server di Nutanix, leader del settore, in una soluzione chiavi in mano, che permette alle aziende di accelerare l’adozione di architetture data center moderne.

HPE e Nutanix presenteranno le loro offerte congiunte nel corso della Nutanix .NEXT Conference,  a Copenhagen, Danimarca, dall’8 al 10 ottobre 2019. Nel corso dell’evento, HPE, sponsor Platinum, terrà diversi interventi e altre numerose iniziative con clienti e partner comuni.

Leggi anche:  Juniper Networks supporta SONiC