Trump valuta la possibilità di riaprire a Huawei

Huawei potrebbe tornare negli Stati Uniti tra le due e le quattro settimaneezzature sequestrate

Secondo il Times, il Dipartimento del Commercio permetterà una parziale caduta del blocco anti-cinese ma solo nel merito di “beni non sensibili”

Sembra che possa esservi un vero colpo di scena nella guerra in corso tra gli Stati Uniti e il colosso tecnologico cinese Huawei. Il New York Times riferisce che l’amministrazione Trump sta pianificando di lasciare che alcune società americane vendano di nuovo prodotti alla compagnia di Shenzen. “Alcuni” è la parola attorno alla quale gira molto della storia: fonti a conoscenza dei piani del governo hanno affermato che il dietrofront si applicherebbe solo ai “beni non sensibili”.

E siamo al secondo punto: che vuol dire? Di certo il nocciolo della questione non è il commercio di fumetti o dolci ma di hardware, che è quello che più preoccupa Washington. Un rapporto suggerisce dunque che la mossa clemente si applicherà alla cosiddetta “merce generale”, nulla che includa sistemi operativi o chip.

Cosa succede davvero

Nulla di nuovo dunque sotto il sole, nemmeno nel merito della perdita della licenza di Android da parte di Huawei. Poco male, perché la compagnia cinese è quasi pronta al lancio del suo Harmony OS ma la diatriba aperta sull’assenza delle Google App e l’impossibilità di installarle manualmente resta centrale. Mentre la “de-americanizzazione” di Huawei è cosa di poco conto in Cina, potrebbe creare problemi evidenti nel mondo occidentale, dove le persone non sono ancora abituate a fare a meno di Google Maps, Gmail, YouTube, almeno in quanto ad app visto che il grosso è accessibile via web.

Sembra una presa in giro da parte del Dipartimento del Commercio Usa e fossimo in Huawei saremmo molto arrabbiati. Si continua a virare altrove mentre una soluzione al problema sembra sempre molto lontana. Tutto a danno degli utenti che si ritrovano dispositivi al vertice del mercato (come il Mate 30 Pro) ancora senza una data di vendita e incertezze sul software che li potenzierà.

Leggi anche:  Nasce una nuova alleanza tra CFO e CIO nell'era della Digital Transformation