Partnership strategica tra NetApp e Google Cloud

NetApp e Google Cloud sviluppano la loro partnership strategica

NetApp e Google Cloud aiutano i clienti a liberare la potenza dei dati tramite servizi di classe entreprise fortemente integrati e soluzioni per Google Cloud

NetApp e Google Cloud hanno annunciato oggi la disponibilità di NetApp Cloud Volumes Service e di NetApp Cloud Volumes ONTAP per Google Cloud e il supporto per Anthos su NetApp HCI per aiutare le aziende a focalizzarsi sull’innovazione all’interno di ogni ambiente ibrido.

Visto che le aziende cercano di trarre vantaggio dai servizi efficienti e dell’agilità del Cloud, hanno bisogno di sapere che i loro dati sono al sicuro e al posto giusto, ad un costo ragionevole e su larga scala. Per poter ottenere questi risultati, stanno creando dei data fabric in grado di fornire la massima flessibilità, necessaria a spostarsi in un ambiente multicloud ibrido. Tramite NetApp e Google Cloud gli utenti possono sbloccare la potenza dei loro dati tramite soluzioni di classe entreprise fortemente integrate, ottimizzate e validate per Google Cloud.

“Una ricerca di IDC mostra che una percentuale crescente del workload di un’azienda distribuito in ambienti cloud è fortemente dipendente dalle performance dello storage e si tende a dare sempre maggiore priorità agli strumenti che permettono la governance, l’automazione e la mobilità dei dati”, afferma Deepak Mohan, direttore della ricerca di Cloud Infrastructure Services di IDC. “Con i data services di classe entreprise di NetApp su Google Cloud, le organizzazioni possono ottenere le funzionalità e le prestazioni necessarie per supportare i workload più intensi e guidare da subito l’innovazione sia on premise che negli ambienti di cloud pubblico.”

“Siamo lieti di espandere la nostra collaborazione con NetApp per consentire agli utenti il la distribuzione ibrida e multicloud e di rendere le soluzioni NetApp disponibili su Google Cloud”, afferma Kevin Ichhpurani, Corporate Vice President, Global Ecosystem di Google Cloud. “Inoltre, gli utenti hanno adesso la possibilità di utilizzare Anthos sull’HCI di NetApp, mettendo a disposizione dei clienti una maggiore scelta riguardo le soluzioni hardware on premise su cui eseguire Anthos.

Leggi anche:  Fatturato Intel la Trimestrale supera le stime

I servizi e le soluzioni relative ai dati di NetApp aiutano i clienti a gestire in maniera efficiente la transizione da ambienti on premise a quelli ibridi e multicloud.

“La nostra missione di aiutare i clienti a realizzare la promessa del cloud pubblico e di permettere loro di guidare l’innovazione e migliorare i risultati di business con il cloud è in linea con l’approccio che Google Cloud sta perseguendo sia on che off premise”, afferma Anthony Lye, Senior Vice President e General Manager dei Cloud Data Services di NetApp. “Grazie ai data services di classe entreprise e alle soluzioni fortemente integrate negli ambienti di Google Cloud, le organizzazioni possono ottenere una gestione dei dati avanzata e una performance senza precedenti per poter effettivamente trarre vantaggio dalla leadership innovativa di Google Cloud nello sviluppo delle applicazioni, nell’analisi dei dati e nel machine learning.”

L’annuncio di oggi include nuovi servizi e soluzioni:

NetApp Cloud Volumes Service e Cloud Volumes ONTAP per Google Cloud sono da ora disponibili

  • NetApp Cloud Volumes Service per Google Cloud è un servizio cloud-native, integrato con Google Cloud che ha le prestazioni, la disponibilità e la sicurezza richieste per gestire in modo efficiente le applicazioni aziendali critiche. Inoltre, gli utenti possono ora gestire in maniera sicura il carico di lavoro della produzione in Google Cloud. Il Cloud Volumes Service per Google Cloud è ora disponibile anche nel Regno Unito.
  • NetApp Cloud Volumes ONTAP per Google Cloud, soluzione leader nel data management è ora disponibile a livello globale e accelera il percorso delle aziende nel Cloud migliorando la protezione dati, l’efficienza dello storage e la mobilità verso Google Cloud e gli ambienti di multicloud ibrido.
Leggi anche:  Canon, come ripensare la strategia business

“Impact’s Partnership Cloud™, la principale soluzione di collaborazione nell’automatizzazione SaaS, accelera la crescita aziendale grazie all’apporto dell’automazione nella gestione delle partnership dell’azienda”, afferma Roger Kjensurd, Direttore tecnico di Impact. “Cloud Volumes Service per Google Cloud ci ha permesso di sviluppare in modo semplice una piattaforma veloce e flessibile a livello aziendale per i nostri clienti, il che ci ha permesso, a sua volta, di dare la possibilità ai clienti di migliorare l’intero ciclo di vita delle partnership e di ottimizzare i ricavi.”

“Abbiamo cercato un sostituto adatto a CephFS e un modo per evitare le emicranie dovute al mantenimento del nostro stack interno di Ceph”, afferma Aleem Shah, senior operations engineer di Prowler, i.o. “Abbiamo provato diverse alternative, con NetApp Cloud Volumes Service che si è dimostrata l’opzione migliore in termini di set di caratteristiche in continua espansione, affidabilità e prezzi. Il servizio di supporto fornito da NetApp rimane ineguagliato in ogni categoria.”

L’introduzione di NetApp HCI per Google Cloud Anthos

NetApp HCI è un’infrastruttura scalabile on premise e in cloud ibrido, che trasforma i Cloud privati in una parte dimensione multicloud distribuita. NetApp HCI è ora abilitato a lavorare con Anthos di Google Cloud, dando agli utenti la serenità di una vera piattaforma di classe entreprise convalidata da Anthos per distribuire ed eseguire in modo affidabile le loro applicazioni.

Funzionalità Principali:

  • Abilità senza precedenti nel costruire un cloud ibrido: Con NetApp Trident, un progetto open source completamente supportato, le organizzazioni possono orchestrare un complesso ambiente hybrid cloud che lega insieme Google Cloud, Anthos e NetApp HCI on premise.
  • Flessibilità aumentata: Le aziende possono scalare on demand e aggiungere capacità di calcolo o storage necessarie per soddisfare i requisiti delle aziende.
  • Capacità di scelta aumentata: Si può ora scegliere tra una vasta gamma di piattaforme di applicazioni leader, tra cui Anthos, Kubernetes, WMware e NetApp Kubernetes
Leggi anche:  Lavoro: SAP e UNICEF insieme per dare ai giovani le competenze per avere successo