Alessia Monteleone, R1 Lease. I vantaggi del noleggio operativo nell’era dell’as a service

Alessia Monteleone - R1 Lease

Il leasing dell’IT può essere un’opportunità concreta di crescita che coniuga ottimizzazione delle risorse e contenimento dei costi

R1 Lease è figlia della strategia globale di R1 Group, che tende a formare al suo interno le realtà che andranno a intercettare i nuovi settori di business. E lo fa con un approccio verticale, a differenza di quanto accade per altre aziende che in molti casi procedono con l’acquisizione di startup o piccole imprese per inserirsi nei segmenti di mercato emergenti. In questo modo – come ci spiega Alessia Monteleone, nuovo amministratore unico di R1 Lease – la “grande famiglia” di R1 è cresciuta negli anni. Ha cominciato come system integrator e ha acquisito progressivamente, in 25 anni di attività, sempre nuove specializzazioni per diventare il Digital Partner di oggi. R1 è l’evoluzione dell’integrazione: una rete di 6 società, un ecosistema strategico di competenze e 4 sedi a Roma, Milano, Napoli e Perugia.

R1 Lease si occupa di noleggio operativo. L’azienda opera sul mercato senza legami con i produttori, al fine di poter garantire ai propri clienti un unico interlocutore, affidabile e competente, con il quale intrattenere rapporti commerciali. «Oggi, possiamo affermare che R1 Lease ha raggiunto una posizione consolidata nel mercato, con numeri che spiegano molto del successo ottenuto con professionalità e dedizione dal 2010. Il capitale sociale è quintuplicato a settembre 2019, dandoci così ancora maggiore forza di intervento: 500mila euro sono la garanzia per il lavoro che facciamo sui clienti, vivendo insieme con loro il cambiamento tecnologico e accompagnandoli verso percorsi di innovazione specifici e non di generica trasformazione».

R1 Lease eredita il lavoro della società che prima si chiamava R1 Property. Alessia Monteleone, alla guida da qualche mese della company, tiene a fare subito una precisazione. «C’è differenza tra leasing finanziario e noleggio operativo. Il primo prevede, alla fine dell’accordo, l’acquisto definitivo del bene con un riscatto. Il noleggio operativo, che noi trattiamo, risponde alle attuali esigenze di un mondo IT sempre più “liquido”. È un’operazione a medio termine, scelta da aziende e liberi professionisti che, per risolvere le problematiche relative all’acquisto di prodotti IT a elevata obsolescenza, decidono di pagare per il solo utilizzo e non il possesso. In questo modo, possono usufruire di un prodotto aggiornato, beneficiando di un pacchetto tutto incluso. Al termine del contratto, si può restituire il bene, prorogare il noleggio oppure rinnovare l’accordo con un prodotto nuovo».

Leggi anche:  Webristle supporta la propria roadmap di internazionalizzazione grazie a OVHcloud

Per l’esperienza di R1 Lease, il target più ricettivo a questo tipo di opportunità sono le medie imprese. La società lavora in settori molto diversi: finance, trasporti, fashion, GDO, a dimostrazione di quanto le aziende abbiano bisogno ovunque di cambiare modelli di procurement per cogliere nuove opportunità di sviluppo del business.

Ma quali sono i prodotti più “noleggiati”? Come sottolinea Monteleone: «Quelli che hanno una obsolescenza più veloce, come PC, tablet, smartphone e anche server ma in realtà il concetto si può applicare a molto altro, a seconda delle esigenze del cliente». Per questo serve anche una distinzione delle tempistiche di noleggio che, di norma, vanno dai 12 ai 60 mesi. «Ma possiamo adattare la durata ai singoli bisogni, sempre nell’ottica di favorire l’ottimizzazione dei costi inerenti alla tecnologia».

Attraverso il noleggio operativo, R1 Lease vuole porsi come facilitatore di innovazione, per cogliere i trend dell’evoluzione tecnologica e renderla disponibile ai clienti in modalità di utilizzo e non di proprietà.  «L’obsolescenza non dovrebbe più esistere come freno al cambiamento, perché aziende e professionisti necessitano di strumenti evoluti per affrontare le nuove sfide del business. Il noleggio è una soluzione flessibile e agile che permette una pianificazione dal punto di vista economico e tecnologico, e al tempo stesso la possibilità di scegliere la tecnologia più adatta a esigenze specifiche, a fronte di un canone accessibile, chiaro e trasparente».