Fischio d’inizio: come il 5G può trasformare l’esperienza dei tifosi

Fischio d’inizio: come il 5G può trasformare l'esperienza dei tifosi

Gli eventi sportivi del prossimo futuro, come le Olimpiadi di Tokyo 2020 e Parigi 2024, saranno un palcoscenico importante per mettere in campo nuove capacità digitali che migliorano l’esperienza degli spettatori. In che modo il 5G, l’IA e le soluzioni di realtà estesa possono aiutare le società sportive di tutto il mondo a stabilire una relazione più profonda con i loro tifosi?

A cura di Massimiliano Brugnoli  Sales Specialist Connectivity & Cybersecurity – Southern Europe

La combinazione di 5G con edge computing, IA e realtà estesa o mista (il termine collettivo per realtà aumentata e realtà virtuale) trasformerà l’esperienza dei tifosi rendendola coinvolgente e interattiva negli stadi, nelle case e in viaggio. Secondo una recente ricerca di Ovum, entro il 2020 il 94% degli operatori europei di reti mobili intende fornire nuovi servizi 5G ai principali luoghi dello sport dal vivo e agli organizzatori di eventi sportivi entro la fine del 2020. Ci aspettiamo grandi iniziative durante le Olimpiadi di Tokyo 2020 e Parigi 2024, dove gli operatori di telefonia mobile faranno a gara per mostrare ciò che la tecnologia sarà in grado di fare in futuro per ogni club e per ogni tifoso.

Con velocità fino a dieci volte superiori al 4G, maggiore capacità e latenza molto più bassa, il potenziale per il 5G negli stadi è enorme. Il 5G migliora l’esperienza dello sport in diretta per gli spettatori dal campo di gioco e dal divano, con l’opportunità di acquisire più angolazioni di ripresa e visualizzare i dati delle partite in tempo reale, migliorando al contempo gli aspetti economici della trasmissione.

Le trasmissioni si trasformano

Secondo Dom Tait, Analista principale di Ovum, “Forse l’aspetto più eccitante del 5G dal punto di vista di un appassionato di sport sarà l’esperienza di visione personalizzata, sia allo stadio che a casa. Offriremo ai tifosi la possibilità di guardare gli incontri e le partite dalla propria prospettiva, come un giocatore in campo. Immaginate di essere a casa con un dispositivo VR mentre viene riprodotto il video a 360 gradi della finale olimpica dei 100 metri: immersi nell’esperienza dal vivo senza lasciare il proprio divano. Questa è la promessa che offre il 5G.”

Lo studio di Ovum suggerisce che il 63% degli operatori prevede di offrire servizi VR e AR ai tifosi allo stadio, avvicinandoli più che mai all’azione, con video ad alta definizione e molto altro.

Il 5G consentirà l’acquisizione di contenuti da angolazioni di ripresa aggiuntive per creare video a 360 gradi. Le riprese verranno da droni, scene dietro le quinte, sensori IoT e telefoni cellulari, che possono essere incorporati in meno tempo e a costi adeguati. Ciò consente di analizzare e condividere i dati delle partite sulla prestazione di un singolo giocatore o di una squadra in tempo reale, sovrapposti alle immagini dei giocatori sul campo, mentre gli appassionati di sport possono scegliere il proprio punto di vista durante il gioco o la gara, integrato con audio VR 3D completamente misto, commenti degli annunciatori, grafica simile a VR e le statistiche in tempo reale già citate.

Leggi anche:  Da Rosenberger OSI un Identification Patch Cord ultra premiato

Orange Vélodrome

Orange sta già offrendo un’esperienza migliore per i tifosi all’Orange Velodrome, sede dell’Olympique Marsiglia. Nel contesto di un accordo di sponsorizzazione tecnica pluriennale con l’obiettivo di favorire l’innovazione in molte aree, Orange offre connettività mobile 5G pubblica. Verrà impiegata per molti casi d’uso, tra cui AR/VR per fornire esperienze utente avanzate, ad esempio esperienze audio differenziate per ogni spettatore o video a 360° in qualità 8K Ultra High Definition (UHD) all’interno dello stadio.

Orange Velodrome è il primo stadio 5G in Francia. Nell’ambito del progetto, Orange sta co-innovando con una start-up chiamata Augmented Acoustics per creare esperienze sonore interattive e coinvolgenti per gli appassionati di calcio sul campo. Gli spettatori possono utilizzare il proprio smartphone, un’app e le cuffie per ascoltare l’audio multitraccia proveniente direttamente dalla console del tecnico del suono o creare i propri mix. Ad esempio, possono aggiungere il suono del calcio della palla, l’atmosfera negli spalti della squadra di casa o fuori casa e scegliere il relativo commentario.

È stata inoltre implementata in tutto lo stadio una soluzione di gestione IoT per migliorare le prestazioni operative e l’efficienza. Una sala dati dedicata, basata su 5G e connettività complementare, aiuta le operazioni dello stadio come la gestione della folla, la gestione della larghezza di banda e delle strutture.

Quest’anno, Orange ha anche lavorato su iniziative 5G all’Open di tennis allo stadio Roland Garros. La distribuzione del 5G consente immagini 3D, 8K, video a 360°, interattività di realtà estesa che comprende opzioni di realtà virtuale, aumentata e mista e altro sui dispositivi mobili dei tifosi.

“La tecnologia digitale viene giudicata in base all’esperienza che offre all’utente finale. L’introduzione del 5G negli stadi sportivi dà l’opportunità di fornire il tipo di applicazioni e servizi arricchiti che le persone si aspettano dai loro dispositivi mobili oggi e dai dispositivi VR in futuro. Connettere gli appassionati utilizzando il 5G e le informazioni in tempo reale trasformerà l’esperienza nello stadio più di quanto si possa immaginare.” Eric Domage, Anticipation and Innovation Strategist di Orange Business Services.

Leggi anche:  Il 5G? Consuma meno energia del 4G

Network slicing grazie al 5G

Il 5G consentirà il network slicing, il che significa che Orange può dividere la connettività all’interno dello stadio in livelli separati per soddisfare le esigenze di un’ampia varietà di applicazioni con velocità di trasmissione dati, latenza e esigenze di qualità del servizio diverse in modo economicamente conveniente. Ciò sarà supportato dall’uso nativo di SDN (rete definita dal software) nella nuova infrastruttura radio core 5G.

Diverse sezioni di rete verranno utilizzate per fornire la connettività in tempo reale necessaria per le trasmissioni TV 8K ad alto contenuto di dati e per far funzionare in modo sicuro i droni delle telecamere in stadi affollati in cui la sicurezza è un fattore chiave. Nel frattempo, le reti di sensori IoT, che inviano periodicamente piccole quantità di dati, avranno bisogno di un’altra fetta di rete con caratteristiche di prestazioni diverse.

I proprietari degli stadi saranno anche in grado di gestire meglio grandi folle nei giorni di tutto esaurito. Utilizzando filmati CCTV in tempo reale da telecamere collegate al 5G e computer vision (IA in grado di rilevare sovraffollamento o altri rischi per la sicurezza), saranno in grado di fornire avvisi proattivi tramite i cellulari dei tifosi o la segnaletica digitale a terra.

A un livello più basico, il 5G potrebbe anche porre fine alle tradizionali lamentele di chi è costretto a lunghe file per acquistare cibo e bevande nell’intervallo, che potrà invece ordinare direttamente dal proprio posto durante le partite. Con Wi-Fi e 4G questo non era possibile. Vedere i tifosi che tengono in mano il loro dispositivo per vedere il nome di un giocatore e le statistiche delle sue prestazioni fluttuare sopra di lui mentre corre sul campo in tempo reale diventerà uno spettacolo comune.

Nel frattempo, l’edge computing 5G può anche alleviare il carico di elaborazione delle cuffie AR/VR, il che significa che possono diventare più leggere e più ergonomiche nel design. Gli appassionati di sport potrebbero divertirsi con la realtà aumentata (AR) durante il gioco, caricare video su YouTube in modo rapido e semplice o consentire ai proprietari di stadi, proprietari di concessioni e sponsor di creare app, contenuti e opportunità di e-commerce specifici per l’evento, come ordinare cibo e bevande dal proprio posto.

Leggi anche:  BT collega sedi e uffici del governo spagnolo nel mondo

Un fenomeno globale

Il 5G sta già facendo la sua parte nel migliorare gli eventi sportivi per i tifosi di tutto il mondo. Negli Stati Uniti, la partecipazione alle partite della NFL è in calo, in parte per via dei costi elevati dei biglietti, ma anche a causa del fatto che le persone non sono in grado di utilizzare i propri dispositivi mobili mentre sono allo stadio per caricare foto sui social media e guardare replay video. Una combinazione tra capacità di rete insufficiente nelle partite con più spettatori e attenuazione che blocca i segnali mobili in stadi di cemento e acciaio impediscono l’utilizzo mobile su larga scala.

Inoltre, la realtà estesa non è possibile utilizzando la tecnologia 4G, perché la latenza è troppo elevata e i fan non possono ottenere la connettività di cui hanno bisogno. Il 5G cambierà tale situazione garantendo che ci sia ampia capacità negli stadi per alimentare nuovi servizi. Per affrontare la diversità dei casi d’uso richiesti, “la connettività all’interno dello stadio si baserà su una simbiosi delle tecnologie di rete esistenti, tra cui cavo, Wi-Fi e LTE, integrate dalle prime iniziative 5G, come mmWave e Massive-MIMO, spiega l’Associazione GSM.

In Germania, il 5G verrà utilizzato per aumentare la capacità nelle partite della Bundesliga. La partita media della Bundesliga ospita 43.000 tifosi che consumano tra loro una media di 500 GB di dati durante la partita, un dato che è aumentato di circa il 50% dal 2018 al 2019. Durante la partita, i tifosi vogliono poter usare il proprio smartphone per controllare i punteggi, pubblicare foto e video sui loro social media e persino visualizzare replay video istantanei della partita che stanno guardando.

Un po’ più in là nel tempo ci sono le Olimpiadi di Parigi 2024, dove il 5G offrirà l’esperienza più ricca di sempre agli appassionati di sport. Lo slogan dell’evento è “Made for Sharing”, una descrizione perfetta dell’interattività che il 5G fornirà, con i tifosi in grado di caricare e condividere video e immagini ad alta definizione tramite i loro dispositivi mobili, nonché condividere esperienze VR e AR coinvolgenti con gli altri appassionati. Orange ha supportato la candidatura di Parigi a ospitare i giochi con dimostrazioni VR e AR convincendo i giudici che Parigi era il luogo migliore.