La lunga agonia di Windows Mobile è terminata

Windows 10 Mobile

L’esperimento del sistema operativo mobile di Microsoft è finito: il supporto per l’ultima versione di Windows 10 Mobile è scaduto il 10 dicembre

Passata la data del 10 dicembre, possiamo dire che Windows Mobile è ufficialmente morto. I telefoni con l’OS di Microsoft continueranno a funzionare, ma l’ultima ondata con la versione 1709, Windows 10 Fall Creators Update, non riceverà più aggiornamenti o patch. Chi aveva qualcosa come un Lumia 640 o 640XL, era già andato oltre, avendo visto la fine del supporto a giugno 2019 ma ora si passa agli altri, più recenti, come HP Elite x3 , Microsoft Lumia 550, 650 e Lumia 950/950 XL; Alcatel Idol 4S e 4S Pro, Alcatel OneTouch Fierce XL.

Oltre agli update, la stessa Microsoft afferma che potrebbero esserci dei problemi con il funzionamento delle app, visto che difficilmente gli sviluppatori si metteranno a lavorare su un OS oramai al declino globale.

Addio Windows Mobile

L’unica soluzione pratica — e la raccomandazione di Microsoft — è quella di creare un backup manuale dei dati, per salvare altrove foto e video e qualsiasi altro tipo di informazione digitale conservata sul telefonino, nel caso in cui qualcosa vada storto. «La creazione automatica o manuale di nuovi backup dei dispositivi per le impostazioni e alcune applicazioni continuerà per 3 mesi, fino al 10 marzo 2020» aggiunge Microsoft, ma non è chiaro  quali app riceveranno tali backup.

Da tempo, la compagnia di Redmond ha sposato la causa Android, tant’è vero che il prossimo e innovativo dual screen Surface Duo monterà proprio una versione personalizzata dell’OS mobile di Google. Per il resto, chi vuole vivere una piena esperienza Microsoft può scaricare il Microsoft Launcher, che può sincronizzarsi con l’immagine del giorno di Bing e fungere da gateway per altre app e servizi Microsoft disponibili su Android.

Leggi anche:  BlueIT, l’automazione cognitiva nei processi industriali