Spedizioni sempre più veloci: come tutto ciò è possibile

TWT collabora con Equinix per fornire servizi cloud gestiti alle imprese

Quanto è stato importante usufruire della modalità spedizione “1 giorno” in questo periodo di vacanze? Per Amazon ha significato milioni di pacchi in più consegnati ai clienti e un grande aumento delle entrate.

Secondo eMarketer, le vendite dirette di beni acquistati su Amazon sono salite alle stelle, dal 9,5% nel primo trimestre del 2019 al 20,6% nel terzo trimestre: tutto questo grazie soprattutto alla spedizione 1 giorno per i milioni di clienti Amazon Prime.

Le imprese di trasporto e logistica stanno attraversando una sostanziale trasformazione digitale per garantire ai rivenditori di poter gestire con successo le loro supply chain e far arrivare i prodotti a casa vostra più velocemente di chiunque altro.

Le tecnologie digitali che sono all’avanguardia in questa trasformazione includono:

  • Smart city e tecnologie emergenti come l’Internet of Things (IoT), i dispositivi GPS e le telecamere con sistema di riconoscimento dei loghi, combinate con l’intelligenza artificiale (AI), calcolano i percorsi di consegna più veloci, sicuri ed economici, aiutano a ridurre al minimo la congestione del traffico commerciale e ad evitare inutili ritardi nelle spedizioni.
  • Automazione, robot, autocarri autonomi e droni semplificano l’evasione degli ordini e la spedizione.
  • Le piattaforme di gestione della supply chain (SCM) on-premise stanno migrando verso sistemi basati su cloud/SaaS per una maggiore scalabilità, efficienza e reattività.
  • I ledger distribuiti garantiscono validità, accuratezza e tempestività di una spedizione.

Tutta questa innovazione richiede una piattaforma di interconnessione in grado di integrare queste tecnologie digitali con i sistemi legacy e gli ecosistemi della supply chain per una maggiore reattività, efficienza dei costi e un processo decisionale basato sui dati e in tempo reale.

Dato che i servizi commerciali e le spedizioni sono fattori trainanti dell’economia globale, i processi logistici dei trasporti e gli ecosistemi della supply chain che li sostengono sono diventati indispensabili. Le informazioni sulla spedizione delle merci destinate ai clienti devono essere coordinate affinché il flusso globale di prodotti e servizi possa funzionare. Tutto ciò dipende dalla logistica integrata dei trasporti e dagli ecosistemi della supply chain, dal ricevimento delle materie prime alla consegna del prodotto finale. Disponibilità, visibilità e velocità di consegna sono fattori chiave che rivenditori come Amazon offrono ai consumatori, e che quest’ultimi si aspettano sempre, quindi ora le aziende di trasporto e logistica sono costrette a snellire i processi per consegnare i prodotti più velocemente che mai.

Leggi anche:  PMI e Digitale: colmare il gap digitale può valere fino a 7 punti di PIL

La natura on-demand di questo settore richiede che queste aziende siano le più interconnesse al mondo, con connettività in tempo reale ai loro ecosistemi esterni (ad esempio, produttori, rivenditori, negozi online, clienti e persino competitor). Infatti, il terzo volume dell’Indice di Interconnessione Globale (GXI), uno studio di mercato pubblicato da Equinix, prevede che l’interconnessione privata tra le imprese e i partner della supply chain crescerà annualmente del 77% tra il 2018 e il 2022.

Queste imprese hanno anche bisogno di interconnessione con migliaia di data center IT distribuiti, uffici e dipendenti, magazzini merci e flotte di veicoli (soprattutto se operano a livello globale). Richiedono inoltre l’accesso in tempo reale a SCM di grandi dimensioni, big data, analytics, business intelligence e sistemi IoT. E tutto questo deve essere gestito in un ambiente IT ibrido di data center on-premise e colocation e, sempre più, cloud. Secondo il GXI, il tasso di crescita annuale dell’interconnessione tra imprese e provider Cloud & IT sarà del 112% entro il 2022.

Data la portata e la complessità delle risorse IT di queste aziende, trasferire un prodotto da un produttore a un cliente non è sempre un processo snello e integrato. Le supply chain sono tipicamente frammentate, e molti partecipanti spesso utilizzano tecnologie e interfacce diverse per le proprie operazioni.

L’integrazione di tecnologie digitali più agili, come mobile, cloud, IoT e AI, in infrastrutture IT rigide e silo può essere costosa e richiedere molte risorse. Il backhauling della trasmissione dati su lunghe distanze da utenti, veicoli e dispositivi remoti a sistemi di storage e di analisi centralizzati inibisce analisi e insight in tempo reale. Tutti questi fattori presentano notevoli ostacoli per le aziende di logistica dei trasporti che cercano di essere pronte per il digitale e di rendere le loro architetture IT a prova di futuro per i decenni a venire.

Leggi anche:  I dipendenti italiani vogliono essere più autonomi e avere la possibilità di scegliere nel “nuovo” mondo del lavoro

Interconnessione della supply chain digitale per una spedizione più rapida

Per competere nell’economia digitale, le imprese di trasporto e logistica devono ri-architettare le loro infrastrutture IT per il digital edge, collocando punti di controllo strategici dove si incontrano utenti, cloud, reti ed ecosistemi. Sfruttando gli hub di interconnessione distribuiti at the edge, le aziende di trasporto e logistica possono integrare senza soluzione di continuità gli ecosistemi della supply chain e le nuove tecnologie digitali per una spedizione delle merci più rapida ed economica.

I nodi di interconnessione locali su una piattaforma interconnessa globale, come la piattaforma Equinix, consentono alle organizzazioni di interconnettersi direttamente e in modo sicuro con i partner, analizzare i dati e interagire con i clienti in tempo reale, sfruttando le best practice della strategia Interconnection Oriented Architecture (IOA). Possono accelerare la collaborazione con i partner, consentire la visibilità end-to-end sulle transazioni della supply chain on-demand e scalare la capacità in base alle necessità durante i periodi di picco.

Una piattaforma di interconnessione distribuita a livello globale può offrire servizi di trasporto e logistica personalizzati, basati sui dati e standardizzati in tutto il mondo, per una collaborazione in tempo reale dell’ecosistema della supply chain at the digital edge. Questa infrastruttura IT di trasporto e logistica più ottimizzata e interconnessa può sfruttare meglio un modello pay-as-you-go ad alte prestazioni e scalabile, che consente nuove piattaforme digitali e scambi di informazioni.

La piattaforma Equinix è ideale per abilitare le aziende retail/e-commerce, trasporti e logistica ad accogliere:

  • Piattaforme tecnologiche digitali agili che si adattano a una maggiore mobilità, automazione, insight basati sui dati e esperienze omnicanali.
  • Architetture di rete flessibili software-defined e IT, che offrono un maggiore scambio di informazioni, esperienze web e applicazioni mobile/wireless.
  • Nuove applicazioni e servizi di logistica dei trasporti che possono essere accessibili in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo, affrontando prestazioni, scalabilità, sicurezza e conformità at the edge.
Leggi anche:  Il 1° Maggio 2025 sarà una festività solo per i robot?

Ad esempio, Sysco, leader globale nel canale risorazione con clienti in 90 paesi, ha creato un backbone di rete ad alta velocità sulla piattaforma Equinix per interconnettere in modo più economico i suoi molteplici data center statunitensi e sfruttare un fitto ecosistema di peering di rete per gestire le sue massicce operazioni di elaborazione degli ordini e di consegna dei prodotti alimentari. Ha inoltre utilizzato Equinix Cloud Exchange Fabric come gateway ibrido/multicloud per la migrazione dei server/applicazioni e l’analisi dei dati nel cloud.

In definitiva, con una maggiore interconnessione, i processi di logistica dei trasporti saranno snelliti, gli ecosistemi dei partner e le nuove tecnologie digitali saranno perfettamente integrati, e sarà garantita una rapida consegna dei prodotti e la soddisfazione del cliente durante le vacanze (o in qualsiasi altro momento).

A cura di Emmanuel Becker, Managing Director di Equinix Italia