L’evoluzione dell’IT tra sfide e promesse

L’evoluzione dell’IT tra sfide e promesse
Ascolta l'articolo

Dal cloud-native ai microservizi, dalle architetture serverless all’edge computing, dall’evoluzione della blockchain ai recenti sviluppi nell’intelligenza artificiale. L’IT è in costante stato di permutazione e trasformazione

, sei nel business degli agenti del cambiamento. Perché il dato di fatto è che tutti nella gestione dell’IT sono agenti del cambiamento professionisti. Gli agenti del cambiamento, spesso indicati anche come change agent, sono business leader che galvanizzano i loro team e guidano le loro aziende a essere avanti rispetto alla concorrenza. Capiscono perfettamente gli obiettivi di business dei loro datori di lavoro, e si sforzano di allineare costantemente questi obiettivi con le loro organizzazioni di persone e sistemi in un ambiente tecnologico in continua evoluzione. E ora dovrebbero spostarsi sempre più dall’essere un centro di costo al diventare un motore di innovazione per il business.

Sappiamo tutti che il settore IT è sempre in costante stato di permutazione e trasformazione. È nella sua natura. E come senior manager e leader IT, è nostro compito assumere rischi calcolati per adottare e adattare abilmente questi cambiamenti, per trarne vantaggi di business o per diventare il business stesso, in alcuni casi. La maggior parte di noi sa bene che le ricompense del successo economico – sia che si tratti di un aumento del fatturato o di una riduzione dei costi – sono strettamente associate all’adozione di nuove tecnologie. A volte, queste innovazioni tecnologiche si manifestano a piccole ondate. In altri casi, si tratta di onde grandi e sostenute da cavalcare. E in determinati periodi magici, esiste una raccolta di onde tecnologiche che apportano significative modifiche innovative ai sistemi informativi di tipo enterprise.

Di recente, c’è stato un enorme afflusso di tecnologie, tecniche e strumenti nuovi che sono davvero da vertigini. Alcune tendenze tecnologiche potenzialmente possono cambiare il gioco. Ma come agenti del cambiamento professionali, è importante per noi non guardare a ciascuno individualmente ma vederli come potenziali ingredienti per soluzioni più complete. Molto spesso, i principali progressi nel settore IT si verificano quando diverse tecnologie vengono combinate e utilizzate in modi innovativi.

Leggi anche:  Costruire una cultura aziendale basata sui dati

Le ere tecnologiche in azienda

Sembra esserci un modello comune che si verifica ogni 10-15 anni circa. Durante questi cicli, c’è spesso un grande cambiamento nelle tecnologie enterprise: emerge una nuova serie di strumenti e approcci, da cui le imprese più percettive traggono vantaggio. Mainframe, minicomputer, Internet, Unix/C, Ethernet, PC e Web erano tutti strumenti dirompenti dei loro tempi. Tutti rappresentavano epoche monumentali che hanno apportato miglioramenti significativi all’IT in azienda. Ma ognuna di queste epoche era caratterizzata da un’efficace federazione di tecnologie e di tecniche. Nessuna tecnologia o approccio gestionale solitario era responsabile di un nuovo approccio all’IT, ma si trattava invece di una raccolta collaborativa di innovazioni, tecniche e strumenti.

Prima che i nuovi strumenti IT diventino comuni, entrano nella nostra vita come modifiche relativamente semplici agli approcci non aggiornati. Man mano che le tecnologie IT e gli approcci invecchiano, attraversano una fase di crescente complessità a causa delle esigenze di maggiore funzionalità. Nel corso del tempo, una infrastruttura precedentemente leggera diventa inadatta per le nuove funzionalità. Presto, si deteriora, e rende necessario costruire una nuova strada verso le soluzioni. E una volta costruita la strada, nuove applicazioni innovative mai viste prima offrono vantaggi significativi per le imprese. In altri casi invece, queste innovazioni sconvolgono così tanto i modelli di business esistenti che le aziende devono cambiare direzione rapidamente per sopravvivere.

Cosa ci aspetta

Ora, non si tratta solo di computing cloud-native, di microservizi, di architetture serverless, di edge computing, di evoluzione della blockchain, di recenti sviluppi nell’intelligenza artificiale (AI) e nel machine learning (ML) o di qualsiasi altra singola svolta epocale. La prossima fase del nostro continuum nell’informatica aziendale dovrebbe essere simile alle altre: è la combinazione intelligente di funzionalità tecnologiche selezionate per aumentare i ricavi, gestire i costi e in generale migliorare le nostre vite lavorative e personali. Questo approccio richiede che ogni manager IT – responsabile tecnico o stratega e architetto tecnologico – abbia una conoscenza approfondita di tutte queste ultime tendenze e, soprattutto, di come possono essere utilizzate collettivamente.

Leggi anche:  La trasformazione guidata dagli Analytics

Il computing cloud-native

Il cloud nativo è un modo di progettare, distribuire ed eseguire applicazioni enterprise che assumono la presenza di un’infrastruttura di cloud computing. Questa filosofia IT va ben oltre il semplice porting di un’applicazione da un data center aziendale a quello dei cloud provider. Richiede una mentalità da microservizi che sia distribuibile in modo dinamico usando container e sistemi di gestione dei container. Probabilmente, già conosciamo le nuove parole d’ordine: Docker, serverless, Kubernetes, Istio, e così via. Ma l’ascesa di questi approcci agili, orientati ai servizi e decentralizzati all’ingegneria IT sta determinando una discontinuità nell’organizzazione stessa dell’impresa. Gli approcci ingegneristici hanno indotto i CEO a ripensare la struttura delle loro organizzazioni.

L’evoluzione della blockchain

La blockchain è un altro nuovo strumento che sta crescendo in notorietà. È la tecnologia di base di molte criptovalute, alcune delle quali piuttosto controverse. Mentre alimenta la base di queste criptovalute, può essere usata per molti altri importanti casi di utilizzo enterprise come finanza, retail, logistica, supply chain, legale, sanità e persino nel DevOps. È un modo efficace per stabilire la fiducia tra le parti che effettuano le transazioni, ridurre i costi e potenzialmente aumentare la velocità delle transazioni.

Il machine learning

Il machine learning, l’apprendimento automatico, ha il potenziale per rimodellare in modo notevole non solo l’IT enterprise ma il mondo stesso. Trae le origini nell’intelligenza artificiale quando però le infrastrutture non erano ancora abbastanza mature. Circa dieci anni fa, ci furono alcuni sviluppi importanti di nuovi algoritmi scalabili, usando nuovi tipi di reti neurali artificiali. Con l’avvento del cloud computing in grado di fornire enormi risorse di computing on-demand, insieme alle enormi quantità di dati attualmente disponibili, la potenza del machine learning è stata amplificata in modo esponenziale. Il potenziale del machine learning ha enormi implicazioni per le basi stesse dell’informatica con nuovo hardware di computing, nuove architetture e approcci software innovativi. Ma l’apprendimento automatico richiede una gestione organizzativa olistica in quanto vi sono molti problemi riguardanti etica, privacy dei dati, parzialità, interpretabilità e formazione dei team.

Leggi anche:  Step up your Analytics Game: a Milano e a Roma con SAS

La nuova generazione dell’IT

L’attuale tecnologia enterprise è davvero potente e si sta evolvendo a un ritmo estremamente rapido. La velocità e le dimensioni dei moderni ambienti IT danno la possibilità di realizzare importanti innovazioni, soprattutto combinando alcuni di questi nuovi strumenti in modi interessanti. Ma solleva anche domande su complessità, regolamentazioni, governance ed etica. I manager più senior tra quelli che si occupano di tecnologia devono comprendere gli effetti collettivi di questi nuovi strumenti sul business di oggi e del prossimo futuro.


Frank Greco

CEO di Crossroads Technologies e con una vasta esperienza in progetti IT, Frank Greco è blogger e autore, e ha anche una notevole esperienza nella strategia cloud e mobile, nella partnership strategica fra tecnologia e business, nelle infrastrutture di tipo enterprise e nelle tecnologie emergenti, in particolar modo per sistemi finanziari e per le grandi aziende.

Frank Greco sarà il chairman della conferenza di Technology Transfer “IT Strategy and Technology Innovation in the Enterprise” che si terrà a Roma il 22-23 giugno 2020.