Tutte le novità di iOS 13.4 e iPadOS

Tutte le novità di iOS 13.4 e iPadOS
Ascolta l'articolo

L’aggiornamento dei due sistemi operativi per iPhone e iPad porta novità sostanziali, come il supporto avanzato al mouse sul tablet

Gli aggiornamenti ad Apple iOS 13.4 e iPadOS 13.4 offrono nuove funzionalità sia ad iPhone che agli iPad esistenti. Il principale vantaggio è il supporto avanzato di mouse e tastiera per iPad, che ha un senso profondo soprattutto con i modelli annunciati i giorni scorsi ma anche per quelli in commercio, che possono così beneficiare di accessori collegati in Bluetooth, mouse e tastiere appunto, originariamente non pensati per funzionare con la tavoletta della Mela.

Qualsiasi iPad compatibile con iPadOS 13.4 sarà in grado di utilizzare un mouse con una vera icona del puntatore sullo schermo. Si tratta dello stesso funzionamento visto con il più recente iPad Pro 2020 connesso alla periferica Magic Keyboard, una funzionalità che appunto non è esclusiva del dispositivo più recente, in vendita anche in Italia.

Cosa cambia con iOS 13.4 e iPadOS 13.4

Come iPadOS, anche il nuovo iOS 13.4 porta la tanto attesa condivisione di cartelle iCloud dall’app File. Con tale novità, si palesano anche i controlli per limitare l’accesso, solo agli account che sono stati specificamente invitati o a chiunque disponga di un collegamento, nonché a chi può apportare modifiche.

L’acquisto di app per iOS, iPadOS, macOS e tvOS dovrebbe diventare anche più semplice in futuro, poiché la nuova suite di aggiornamenti software introduce qualcosa chiamato Universal Purchase, che consente agli sviluppatori di raggruppare app su più piattaforme, allineando però prima i prezzi.

Ma non solo produttività: iOS 13.4 e iPadOS 13.4 introducono anche un po’ di update più frivoli, come i nove nuovi adesivi Memoji che offrono pose e vesti ulteriori dei personaggi in stile cartone animato. Altri update includono i controlli di risposta, eliminazione, composizione sempre visibili nell’app Mail, la crittografia automatica delle risposte e-mail (impostando prima S/MIME) e infine il supporto Apple CarPlay per le app di navigazione di terze parti app (tra cui Google Maps e Waze). E poi un sacco di correzioni per problemi esistenti, come anche quello per la modalità hotspot Wi-Fi, riscontrato da molti.

Leggi anche:  Ympronta: così uomo e automazione possono coesistere