iOS 14 si prepara a widget reali

Stasera arriva iPhone OS
Ascolta l'articolo

Conosciuta come “Avocado” la funzione che dovrebbe avvicinare l’interfaccia degli iPhone a quella classica di Android

I widget sono presenti su iOS da anni, ma raggruppati su una schermata dedicata piuttosto che ovunque come su Android. Presto, tuttavia, il mondo iPhone potrebbe adeguarsi alla concorrenza. Come parte di una serie continua di perdite di codice, 9to5Mac ha scoperto che Apple sta sviluppando un sistema di widget vero e proprio su iOS 14. Il nome in codice indica “Avocado” come la funzione che consente di posizionare i widget in qualsiasi punto della schermata iniziale come se fossero icone delle app. Il team di 9to5 ha avvertito che c’è la possibilità che Apple possa tagliare fori la funzionalità ma non è detto che non approdi prima o poi sugli iPhone, con futuri aggiornamenti del sistema operativo.

iOS 14: come saranno i widget di iPhone

Le notizie potrebbero essere supportate dagli screenshot trapelati delle impostazioni dello sfondo dell’iPhone 12, che includono una categoria di “aspetto della schermata iniziale” che consentirebbe sfondi dinamici intelligenti sfocati, scuri o a tinta piatta. In teoria, ciò dovrebbe aiutare a distinguere i widget se lo background è troppo prominente. C’è da dire che probabilmente non vi sarà un’assoluta flessibilità come su Android, dove widget sono ridimensionabili e abbiamo l’opzione per posizionare scorciatoie di app praticamente ovunque nella schermata principale.

Ma questo nuovo approccio di iOS 14, tuttavia, potrebbe in qualche modo accontentare gli utenti che ritengono che l’interfaccia della schermata iniziale di iOS sia rimasta sostanzialmente invariata per anni. Ricordiamo come nei prossimi giorni Apple dovrebbe svelare il nuovo iPhone SE, altrove conosciuto come iPhone 9, mentre a settembre ci saranno gli annuali iPhone 12, iPhone 12 Pro e iPhone 12 Max, sperando che il Covid-19 non abbiamo causato troppi ritardi della supply chain.

Leggi anche:  Microsoft ha ricominciato a pubblicare annunci nelle app native di Windows 10