SmartOccupancy aiuta i retailer a controllare i loro store in tempo reale

SmartOccupancy aiuta i retailer a controllare i loro store in tempo reale
Ascolta l'articolo

Checkpoint Systems presenta la nuova soluzione mirata al controllo dell’afflusso di persone nei negozi, priorità assoluta in tempi di contenimento del nuovo Coronavirus

Checkpoint Systems ha lanciato un nuovo sistema per supportare i retailer nel controllo delle presenze in-store in tempo reale: SmartOccupancy. Le norme imposte per controllare la diffusione del nuovo coronavirus e per salvaguardare la salute e il benessere del personale e dei clienti richiedono ai retailer l’introduzione di misure di distanziamento sociale e di nuove regole sul contenimento delle presenze.

Con SmartOccupancy di Checkpoint Systems i retailer possono oggi visualizzare in tempo reale il numero di clienti presenti in un negozio, poiché il sistema conta accuratamente le persone che entrano ed escono. Inoltre, invia un avviso al personale quando lo store è vicino al raggiungimento della capacità massima imposta a sistema.

I manager e addetti alla sicurezza degli store possono impostare e modificare i livelli di soglia e intervenire predisponendo a sistema diverse zone con ingressi/uscite distinte, e aree cosiddette “di concessione”, come i servizi igienici. In questo modo, SmartOccupancy offre sempre una panoramica chiara delle diverse soglie, inclusa la capacità generale massima dello store.

Grazie a questo automatismo, i dipendenti stessi possono intervenire in tempo reale sul numero di presenze contribuendo a mantenere un ambiente più sicuro per i collaboratori e i clienti dello store.

I dipendenti e i manager possono accedere alle informazioni online o tramite un tablet, direttamente dall’interno dello store, e intervenire in tempo reale sul numero di presenze. Un indicatore visivo a colori permette al personale di riconoscere immediatamente quando sta per verificarsi una violazione della soglia: il rosso indica, ad esempio, che il negozio ha raggiunto la sua capacità massima, il giallo evidenzia che il limite di presenze è quasi raggiunto ed il grigio significa che non sono necessari interventi. Un ulteriore avviso viene inviato al personale dello store in modo che questo possa rispondere in modo appropriato.

Leggi anche:  Criticità dei processi a commessa

SmartOccupancy utilizza il dispositivo contapersone più all’avanguardia della gamma Checkpoint Systems – Visiplus 3D, che si collega direttamente al software sul portale cloud-based HALO. Questo consente ai retailer di accedere in tempo reale ai report sui livelli di presenze nelle diverse zone dello store e di monitorare la conformità, in modo da mantenere o modificare la soglia impostata.

Attualmente, per controllare le presenze nei propri store molti retailer eseguono conteggi manuali e stanno assumendo personale aggiuntivo proprio allo scopo di controllare l’afflusso di clienti. SmartOccupancy gestisce i livelli di presenze in tempo reale, facendo risparmiare ai retailer non solo denaro, ma anche risorse umane e tempo. Questo si traduce per loro nella possibilità di concentrarsi su ciò che è prioritario in questo momento: salvaguardare la salute di collaboratori e clienti, lavorando duramente per sostenere la comunità.

Il retailer ha la possibilità di visualizzare in qualunque momento il numero di persone presenti nel punto vendita e di integrare, tra l’altro, questo dato numerico con qualunque piattaforma online per la gestione delle code già installata nello store.

Alberto Corradini, Business Unit Director Italy di Checkpoint Systems, ha commentato: “Il settore retail sta attualmente affrontando, a livello globale, una serie di sfide che non si potevano prevedere. Vogliamo supportare il più possibile il settore in questo periodo critico senza precedenti, ed è per questo che stiamo sviluppando soluzioni che aiutino a fornire un’esperienza d’acquisto e un ambiente di lavoro più sicuri”.

SmartOccupancy porta al settore un notevole beneficio anche dal punto di vista dell’utente finale. Migliora infatti la customer experience sul punto vendita, limitando e organizzando in modo razionale le code in ingresso.

Leggi anche:  Al via la riapertura delle scuole italiane, ma siamo realmente pronti?