Enterprise, nuove soluzioni per il banking

Enterprise, nuove soluzioni per il banking
Ascolta l'articolo

Dai pagamenti al reporting verso gli organi centrali, Enterprise sviluppa soluzioni innovative per soddisfare le esigenze di compliance e rendere più flessibili le attività delle banche, migliorando il rapporto con i loro clienti

Migliorare l’operatività delle banche sia nelle attività locali, paneuropee, sia in quelle extrauropee. Questo è l’obiettivo di Enterprise, impresa nata nel 1995 da uno spin-off di dirigenti del settore bancario e dell’Information Technology. Oggi, l’azienda è suddivisa in due aree, quella della produzione, che riguarda il software e la sua manutenzione, e l’area marketing, come ci racconta il marketing & customers management director Stefano Trinci.

Questa seconda area gestisce anche altre attività. La test factory, per esempio, è una sotto-area che realizza test su quanto è stato prodotto per verificarne la qualità. L’application management, invece, fa un servizio di primo contatto verso il back office delle banche clienti. Qui si raccolgono le richieste relative a soluzioni custom – o a gestioni di anomalie – che sono convogliate verso la produzione. «Il focus dell’azienda, nel tempo, non è cambiato» – spiega Trinci. «Siamo specializzati su tre macroaree. La prima è dedicata all’operatività estero e riguarda attività di business che coinvolgono controparti estere e richiedono pagamenti in tutte le divise. La soluzione di punta, per soddisfare quest’area, è la suite 4 Pr.E.M.I.A. La piattaforma modulare, integrata con altre applicazioni, comprende soluzioni che coprono pagamenti internazionali, trade finance, prestiti, metalli preziosi, fino al Forex & Money market e alla tesoreria in divise. Le altre due macroaree – continua Trinci – riguardano, una i sistemi di pagamento, quindi i prodotti di pagamento indirizzati anche all’area domestica, e l’altra il “core banking”, grazie a un sistema informativo che gestisce tutta l’operatività della banca giungendo fino all’home e mobile banking».

Leggi anche:  Denodo, il dato diventa il nuovo fattore produttivo

SVILUPPARE NUOVE FUNZIONALITÀ

«Le soluzioni che stiamo sviluppando sono guidate da due elementi cardine» – spiega Trinci. «Il primo driver è di tipo normativo. Le normative cambiano di continuo e di conseguenza bisogna adeguarsi.

Il secondo è un driver di business. Cerchiamo di abbinare i cambiamenti normativi a servizi a valore aggiunto in modo da aiutare la banca a sviluppare ulteriori funzionalità». L’adeguamento allo standard ISO 20022 sul perimetro dei pagamenti rappresenta un altro tassello importate della strategia di Enterprise. Da novembre 2021 per T2 e EBA, e novembre 2022 per il Correspondent Banking, le banche dovranno migrare a questo standard, mentre l’attuale formalismo FIN MT, introdotto negli anni 70, verrà dismesso per i messaggi correlati ai payments e al cash reporting.

Inoltre, particolare attenzione è posta non solo al tema della local authentication per la sicurezza tra back office e gateway nel colloquio con la rete SWIFT (rete sicura voluta dalla Society for Worldwide Interbank Financial Telecommunication), per ridurre i tentativi di frode, ma anche alla gestione delle conferme di pagamento (c.d. Universal Confirmation), come previsto dalla Standard Release SWIFT 2020, obbligo normativo che scatterà a novembre 2020, in base al quale le banche dovranno dare una conferma di accredito per ogni pagamento ricevuto.

VISIONE COMPLETA DEL BUSINESS

L’azienda sta aggregando le innovazioni normative e di business in piattaforme in grado di gestire i Big Data, che consentiranno alle banche di gestire informazioni sempre più complesse, di profilare meglio i clienti e fare campagne di marketing adeguate a ogni tipo di target. Un software con cui l’azienda risponde a queste necessità è 4 I.T.A.U. International Trade Analytics Universe, piattaforma basata su tecnologia di business intelligence che soddisfa esigenze di analisi statistiche, What-if e di Robo Advisor relative all’operatività delle banche. La soluzione 4 I.T.A.U. permette l’esplorazione, l’analisi e la ricerca di insights nascosti nella mole di dati trattati, fornendo una visione completa e centralizzata delle informazioni attraverso visual analytics dinamiche. Enterprise implementa continuamente le proprie soluzioni già installate, rendendole più evolute e conformi alle nuove normative.

Leggi anche:  Dentix, l’odontoiatria sempre più digital