Milano Digital Week: AICA affronta il tema della progettazione di una città aumentata

Milano Digital Week: AICA affronta il tema della progettazione di una città aumentata
Ascolta l'articolo

Si tiene online dal 25 al 30 maggio 2020 la terza edizione della Milano Digital Week, sei giorni di partecipazione attiva, gratuita, rigorosamente online per riflettere sul periodo che stiamo vivendo e le sue trasformazioni

AICA, associazione che promuove la diffusione della cultura digitale, partecipa alla terza edizione della Milano Digital Week in programma dal 25 al 30 maggio e promossa dall’Assessorato alla Trasformazione Digitale del Comune di Milano. Questa edizione, che si terrà interamente online, vuole offrire un’opportunità di incontro e confronto, di riflessione e interazione, sui grandi temi del presente: lavoro, salute, ambiente, cultura, economia, media, produzione del sapere

Il 27 maggio AICA organizza un webinar dal titolo “Progettare la città aumentata: il valore del dialogo fra ICT e NON-ICT” che illustrerà come sia necessario un dialogo tra due professioni apparentemente opposte. Il panel sottolineerà come, anche alla luce della drammaticità della situazione attuale, la mancanza di comunicazione possa rappresentare una delle cause di insuccesso di numerosi progetti di trasformazione digitale. Oggi, a questa difficoltà, già evidenziata da un Focus Group realizzato nell’ambito dell’Osservatorio delle Competenze Digitali 2019 che analizza le interazioni tra manager tecnologi e NON-ICT, se ne aggiungono altre, come la riduzione degli investimenti in alcuni settori e la scarsità di competenza di pianificazione e gestione delle innovazioni.

Il webinar approfondirà il tema dalla riduzione del conflitto socio-cognitivo fra specialisti e non specialisti ICT, ma affronterà anche tematiche legate alla gestione tecnica delle nuove crisi e alle implicazioni che queste potrebbero avere nella città aumentata.

Roberto Bellini di AICA ne discuterà con Andrea Granelli, Kanso; Marco Morretti, A2A; Emiliano Verga, Cefriel; Simone Romagnoli, Università di Bologna. “Intraprendere un percorso di trasformazione digitale richiede un cambiamento, talvolta anche importante. E la digital transformation non è da intendersi come un fenomeno limitato solo alla propria azienda. Purtroppo, troppo spesso accade che i manager guardino solo ad aspetti specifici, ragionando per compartimenti stagni o abbiano una visione troppo tecnologica o troppo focalizzata su un singolo aspetto del business. La trasformazione digitale non è una mera implementazione e adozione delle nuove tecnologie, ma il processo di trasformazione digitale aiuta ogni impresa a ridisegnare l’offerta e la cultura interna per adattarsi alle richieste di mercato”, evidenzia il Prof. Giovanni Adorni, Presidente di AICA.

Leggi anche:  The Pirate Bay lancia il proprio servizio di streaming chiamato BayStream

La partecipazione all’appuntamento è gratuita, previa registrazione online.