InfoCert primo QTSP in Europa accreditato per emissione codici LEI

InfoCert primo QTSP in Europa accreditato per emissione codici LEI
Ascolta l'articolo

La Fondazione Internazionale GLEIF ha accreditato InfoCert per l’emissione di codici LEI in vari paesi europei

InfoCert (Tinexta Group), la più grande Autorità di Certificazione a livello europeo, annuncia di essere stata accreditata dalla Global Legal Entity Identifier Foundation (GLEIF) come Unità Operativa Locale (LOU) autorizzata a rilasciare Legal Entity Identifiers (LEI). I LEI sono codici alfanumerici di 20 caratteri, obbligatori per alcune entità giuridiche che operano sui mercati finanziari, la cui identità deve essere certa. L’accreditamento non riguarda solo l’Italia, ma si estende alla Spagna e al Lussemburgo, dove InfoCert opera attraverso le sue controllate Camerfirma e LuxTrust.

GLEIF, una fondazione senza scopo di lucro con sede a Basilea, Svizzera, è stata fondata dal Financial Stability Board, composta dai rappresentanti di banche centrali, enti governativi e autorità di regolamentazione di circa 25 giurisdizioni. Il ruolo di GLEIF è quello di sostenere l’implementazione e l’utilizzo dei LEI a livello globale per aumentare la trasparenza dei mercati finanziari attraverso l’identificazione chiara e univoca delle entità legali che partecipano alle transazioni finanziarie, contenendo così gli abusi di mercato e le frodi finanziarie. Attualmente sono stati emessi più di 1,6 milioni di codici LEI in tutto il mondo.

Il codice LEI è il primo strumento concepito per l’identificazione univoca dei clienti degli istituti finanziari a livello globale. Infatti, i codici LEI consentono di identificare le persone giuridiche che operano sui mercati finanziari in qualsiasi paese del mondo

InfoCert è il primo QTSP europeo autorizzato ad emettere codici LEI, arricchendo così ulteriormente il proprio portafoglio di Servizi Fiduciari. Grazie a questo accreditamento, InfoCert potrà rafforzare la propria posizione di leadership come fornitore di Digital Trust del mondo aziendale.

Leggi anche:  Minsait lancia una nuova soluzione di mobile payment

Da oggi, infatti, le aziende possono ottenere da InfoCert il proprio codice LEI in bundle con certificati PSD2, certificati per siti web, identità digitali, certificati di firma digitale, sigilli elettronici ed e-mail registrate.

“L’accreditamento di oggi rappresenta un passo avanti nella nostra strategia volta a valorizzare il valore del Digital Trust nel settore finanziario. Consente inoltre a InfoCert di rafforzare la propria posizione di leader nella fornitura di servizi trust a livello internazionale” afferma Carmine Auletta, Chief Innovation & Strategy di InfoCert Tinexta (Gruppo). “Allo stesso tempo, i certificati digitali emessi da InfoCert sono una grande opportunità per rafforzare e accelerare l’adozione dei codici LEI. Infatti, mentre i codici LEI consentono l’identificazione univoca delle entità giuridiche a livello globale, i certificati digitali garantiscono il completamento di qualsiasi transazione digitale in modo sicuro, affidabile e giuridicamente vincolante. Combinando il LEI e il Certificato è possibile massimizzare i vantaggi reciproci e garantire il massimo livello di sicurezza agli utenti finali”.

“GLEIF è lieta di dare il benvenuto a InfoCert come LOU”, afferma Stephan Wolf, CEO di GLEIF. “Questo segna un ulteriore passo verso il raggiungimento del nostro obiettivo di creare sinergie tra i servizi di firma digitale ed il codice LEI. Grazie al Trust associato alle credenziali, i LEI forniscono grande valore nella semplificazione della gestione dei processi di identificazione delle entità legali. Siamo certi che InfoCert fornirà un valido contributo alle autorità di controllo e a tutti i player che operano nei mercati finanziari, aiutando le aziende a rispettare la normativa e a garantire una maggiore fiducia quando operano nell’economia digitale globale”.