Flowe, partnership con Doconomy per monitorare l’impatto della CO2 nei consumi quotidiani

Ricoh Italia e Aruba Enterprise insieme per l’IT Transformation delle aziende
Ascolta l'articolo

Flowe è il primo istituto italiano di moneta elettronica ad adottare l’indice leader per il calcolo delle emissioni di CO2 per i pagamenti e le transazioni finanziarie

Flowe (società benefit del Gruppo Bancario Mediolanum) – emergente istituto italiano di moneta elettronica che mira a educare i giovani sui temi dell’innovazione e della sostenibilità economica, sociale e ambientale – utilizza l’indice Åland per offrire ai clienti gli strumenti per tracciare e calcolare l’impatto sul clima dei consumi. Flowe è il quarto istituto finanziario dopo Bank of Åland, Nordea e Bank of the West, e la prima IMEL italiana, ad adottare l’indice Åland consentendo ai propri clienti di contribuire alla difesa dell’ambiente attraverso le proprie azioni quotidiane.

Åland Index è un servizio software basato su cloud – sviluppato dalla startup Fintech Doconomy – che consente a banche, fornitori di sistemi di pagamenti, e istituti finanziari di offrire a tutti i clienti il calcolo dell’impatto ambientale delle transazioni, al fine di indirizzare i consumatori verso scelte più sostenibili e consapevoli nel proprio quotidiano.

“Sostenere l’iniziativa ambientale di Flowe fornendo l’indice Åland è un grande traguardo sia per Doconomy che per il mercato dei servizi finanziari in Italia. Flowe è il primo tra gli istituti italiani di moneta elettronica ad aver scelto di collaborare con Doconomy per consentire agli utenti di tracciare l’impatto della CO2 rispetto ad ogni acquisto effettuato. Lavorare con il team Flowe è stato un grande piacere. Le nostre filosofie sono allineate, considerando che entrambi poniamo grande attenzione al coinvolgimento delle persone al fine di creare un pianeta più sano”, dice Mathias Wikström, CEO di Doconomy.

Leggi anche:  Nvidia taglia le prospettive di crescita a causa del coronavirus

Si assiste ad una crescente alleanza tra le banche interessate al progresso nel mondo. Avendo vissuto la recente, e purtroppo ancora in corso, emergenza sanitaria da Covid-19, le persone sono molto più interessate a sapere qual è l’impatto che hanno sul pianeta e come possono, in prima persona, contribuire a creare società più resilienti adottando uno stile di vita più sostenibile.

“La missione di Flowe è rendere le persone capaci di vivere una vita significativa, sostenibile e felice. Per realizzare questo nostro impegno abbiamo stretto una partnership con Doconomy per fornire alla comunità dei nostri clienti la possibilità di misurare e tracciare l’impatto della CO2 dei propri acquisti. Siamo convinti che supportare scelte sostenibili e sensibilizzare le persone sui comportamenti corretti da adottare fornendo loro una guida, sia la soluzione vincente per aiutare le persone a migliorare la loro vita e prendersi cura del pianeta. Crediamo che persone migliori creino un mondo migliore” dice Ivan Mazzoleni, Cultural Energy Orchestrator (CEO) di Flowe. “Collaborare insieme a Doconomy è stato molto stimolante, la loro tecnologia è molto flessibile ed è stato facile integrare la loro soluzione all’interno dell’ecosistema Flowe”.

La better being plat-firm di Flowe è volta a tutti coloro che vogliono impegnarsi nel presente per creare un futuro migliore, con un focus sull’Innovability, la forte sinergia tra innovazione e sostenibilità.