Temera annuncia la partnership strategica con Everledger con l’obiettivo di costruire un ecosistema a supporto dell’economia circolare per le aziende fashion & luxury

Ascolta l'articolo

Le aziende pioniere nelle tecnologie NFC e blockchain rafforzano la loro collaborazione con i clienti nel settore dell’abbigliamento e dei beni di lusso

Temera, leader in soluzioni IoT pensate per il settore fashion & luxury, assieme ad Everledger, azienda pioniera nella trasparenza digitale, annunciano la loro collaborazione strategica

Questa partnership favorirà l’adozione di una tecnologia di facile utilizzo per la certificazione di autenticità e storytelling al consumatore finale, mettendo in potenza il decennio di esperienza nel settore moda da parte di Temera, e alla suite di soluzioni all’avanguardia per la tracciabilità e la customer experience di Everledger.

La prima applicazione concreta frutto di questa collaborazione è operativa su MCQ, il nuovo marchio fashion lanciato la scorsa settimana da Alexander McQueen, azienda parte del conglomerato Kering. Temera da anni offre a McQueen le proprie soluzioni per l’identificazione e tracciabilità di filiera dei prodotti tramite tecnologia RFID-UHF. Sui prodotti della nuova linea è stato inserito un chip aggiuntivo con tecnologia NFC (Near Field Communication) che consente l’interazione dei prodotti con il consumatore finale tramite l’utilizzo di smartphone. Everledger completa con la tecnologia blockchain la scrittura e la gestione di un vero e proprio “gemello digitale” del prodotto fisico.

Le informazioni, che vanno dalla nascita del prodotto sino alla sua distribuzione, sono accessibili con il massimo livello di sicurezza dal consumatore che può in una fase successiva al primo acquisto decidere di “cedere” la proprietà del capo rivendendolo nel second hand market e tras ferendo la proprietà all’acquirente del prodotto usato.

Un passo evolutivo che marca un traguardo assoluto da parte di McQueen come pioniere nell’adozione di soluzioni ad alto tasso di innovazione.

Leggi anche:  Mai dire mai: le spedizioni di smartwatch sono aumentate del 20%

MCQ riconosce il contributo portato dalla partnership: “Valori fondamentali per MCQ, sono il creare una comunità di persone sulla stessa lunghezza d’onda, funzionando come un abilitatore per connettere le persone e riunirle. Siamo entusiasti di ciò che sta accadendo tra le persone che interagiscono tra loro, per il risultato portato dal gruppo, piuttosto da un singolo individuo. Pertanto ci rende molto felici che i nostri amici di Temera e Everledger, che si sono incontrati tramite MCQ, stiano per intraprendere una partnership insieme “.

Per questa partnership, Temera ha gestito l’adozione dei tag NFC che consentono di registrare digitalmente ogni capo in maniera univoca e di avere il suo gemello digitale online, su MYMCQ. Temera ha inoltre integrato i propri sistemi con la piattaforma Everledger, che consente di registrare gli eventi relativi alla cronologia di ogni singolo articolo e ai dati associati su di un registro distribuito ed immutabile. Temera si distingue per il suo know-how specifico, maturato in risposta ad una forte esigenza di risolvere problematiche legate all’ottimizzazione dei processi logistici e produttivi nel settore della moda, che includono l’anticontraffazione, il controllo del mercato grigio / parallelo, e sempre più pervasivi e fedeli esperienze al cliente.

Everledger ha sviluppato il sito web MYMCQ, una piattaforma tecnologica basata su blockchain che consente al brand ed ai consumatori di registrare e scambiare in modo sicuro capi di abbigliamento progettati da una selezione selezionata di designer. MYMCQ sarà anche il punto focale per una comunità di clienti. La tecnologia di Everledger consente la creazione di una registrazione digitale sicura e permanente di ogni capo di abbigliamento utilizzando la tecnologia blockchain. Oltre alla sicurezza implicita nella tecnologia, uno dei vantaggi è l’esperienza utente: l’intero ciclo di vita di ogni capo è accessibile online, da quando e dove è stato progettato fino al primo acquisto e persino alla rivendita. I consumatori possono essere sicuri di acquistare articoli autentici, indipendentemente dal fatto che vengano venduti direttamente da MCQ o peer-to-peer, contribuendo a combattere i beni di lusso contraffatti. Consentendo la facile rivendita di articoli tra i consumatori, MCQ spera di incoraggiare un consumismo più consapevole.

Leggi anche:  Ricoh Italia acquisisce le attività di Mauden

Arcangelo D’Onofrio, CEO di Temera, ha dichiarato: “Nell’ecosistema della moda le certificazioni non digitali sono complesse e costose, mentre i sistemi di monitoraggio dei fornitori sono inadeguati a soddisfare la sempre crescente esigenza di trasparenza. Grazie alla partnership con Everledger, siamo in grado di aumentare la fiducia dei consumatori verso il brand, rendendo una cronostoria completa del prodotto facilmente disponibile e condivisibile. Con l’uso combinato della tecnologia NFC e blockchain, ora i brand del lusso possono portare alla luce attività di rivendita sul mercato dell’usato, alimentando il bisogno di sostenibilità da parte delle nuove generazioni di consumatori grazie all’abilitazione di un’economia circolare “.

Calogero Scibetta, che guida i progetti nell’industria del lusso per Everledger, ha dichiarato: “Questa partnership strategica racchiude i valori chiave per ciascun attore, dal proporre soluzioni pionieristiche, di esaltare i benefici della trasparenza, e decentralizzazione. È una incredibile opportunità per spingere l’industria del lusso alla fase successiva, integrando tecnologia all’avanguardia con artigianato secolare. MCQ ha alzato molto l’asticella del caso d’uso progettato per i propri consumatori e solo avere un partner fantastico come Temera ci ha permesso di avere un lancio così incredibile in un lasso di tempo molto breve “.

Leanne Kemp, fondatrice e CEO di Everledger, ha salutato questo importante lancio: “Non capita tutti i giorni di assistere alla nascita di un marchio, figuriamoci uno che collega due mondi: moda e tecnologia. MYMCQ è un risultato eccezionale dei visionari di MCQ e di un gruppo di persone molto dedite che hanno trasformato quel futuro in realtà. Siamo onorati di far parte di un progetto che cambierà per sempre l’industria della moda e in meglio. Più circolare, più sostenibile, più connesso con i propri consumatori finali. Non vedo l’ora di creare soluzioni sempre più semplici e scalabili per il settore dell’abbigliamento “.

Leggi anche:  Il mondo del lavoro al tempo del Covid-19