La trasformazione digitale del manifatturiero firmata Zucchetti

La trasformazione digitale del manifatturiero firmata Zucchetti
Ascolta l'articolo

Per affrontare un futuro in cui il digitale sarà ancora più protagonista di quanto già non sia, Zucchetti potenzia la sua offerta nell’ambito delle soluzioni ERP per il manufacturing

La pandemia ha messo in evidenza la necessità, per il settore manifatturiero, di compiere un ulteriore salto di qualità. Mercato per definizione resiliente e innovativo il manufacturing deve sempre di più incarnare il ruolo di attore positivo e dinamico affinché la ripartenza avvenga in maniera competitiva e sostenibile e deve farsi trovare pronto a svolgere il suo rinnovato compito di traino del sistema economico.

La tecnologia è lo strumento affinché tutto ciò sia concretamente attuabile. Ecco perché Zucchetti, nell’ottica di predisporre una risposta sempre più specifica e verticale alle esigenze del settore, ha inserito nella propria offerta per la gestione delle aziende di produzione la soluzione Opera, un sistema di Manufacturing Execution (MES) che sfrutta il potere del dato per gestire in modo proattivo le risorse della supply chain ed efficientare la collaborazione tra persone, macchine e processi funzionali.

Dal rilascio dell’ordine al prodotto finito il MES Opera è una soluzione completa e potenziata dall’utilizzo di strumenti di intelligenza artificiale che permette la gestione, il controllo e l’ottimizzazione del processo produttivo e che grazie alla perfetta integrazione con ERP di ultima generazione permette di gestire con semplicità tutta l’operatività quotidiana e di avere sotto controllo ogni aspetto dell’attività andando sempre più verso la ‘fabbrica intelligente’.

“Da oltre 25 anni il nostro impegno è stato quello di rendere il software MES sempre più innovativo, completo e internazionale; abbiamo rilasciato più di 5000 licenze e collaboriamo con 40 partner internazionali, implementando Opera in 18 Paesi – afferma Gerardo Fabrizio, presidente e CEO di Open Data –. Ma il sogno continua, pertanto confidiamo che questa partnership con Zucchetti ci spinga ancora più lontano!”

Leggi anche:  Minsait rinnova i sistemi gestionali di García Carrión

“Obiettivo di Zucchetti è sempre quello di mettere al centro le esigenze del cliente e cercare di prevederne le necessità future – prosegue Giorgio Mini, vicepresidente Zucchetti –. Con questa prospettiva abbiamo inserito Opera nella nostra offerta e grazie all’integrazione con i nostri sistemi ERP di ultima generazione siamo in grado di garantire un ulteriore controllo sul processo produttivo dell’azienda manifatturiera, settore nel quale stiamo potenziando la nostra presenza con un’offerta sempre più specifica e verticale.”