Capgemini lancia la nuova Global Service Line

ctera deloitte

Capgemini ha presentato una nuova Service Line globale che concentra le attività di Business Process Management (BPM) e contribuirà alla realizzazione del programma di crescita del Gruppo

L’approccio end-to-end del BPM di Capgemini considera i processi di business come asset in grado di contribuire in maniera determinante alla creazione di valore ed al miglioramento delle performance delle imprese clienti. Con l’obiettivo di raggiungere le prime tre posizioni nel mercato BPM, Capgemini metterà a disposizione le sue competenze e i suoi asset in Europa, USA e India, rafforzando le risorse locali della BPM attraverso l’applicazione del concetto Rightshore e utilizzando i suoi centri d’eccellenza di Business Process Management per attrarre l’offerta globale.

La domanda di BPM è crescente poichè le società sono alla ricerca di una maggiore flessibilità in grado di adattarsi a delle condizioni di mercato fortemente in evoluzione sotto il profilo legislativo, della competizione globale e delle pressioni economiche, con la necessità di accelerare il time-to-market, accrescere il valore del business e garantire costi più bassi. Allo stesso tempo, le tecnologie BPM si stanno sviluppando velocemente per fornire un valore autentico e quantificabile per permettere il miglioramento dei processi di business. Secondo Gartner, il valore di mercato delle BPMS (business process management suite) nel 2009 è stato valutato in 1.9 miliardi di dollari, con prospettive di crescita di 3.4 miliardi entro il 2014 ed una crescita composta annua del 12.2%.

Michele Cantara, vice president della ricerca di Gartner ha affermato, “Molte compagnie devono affrontare la resistenza culturale e organizzativa quando effettuano il passaggio da un approccio basato sull’applicazione ad un altro basato sul processo e richiedono il supporto degli Enterprise Service Providers. Poiché il BPM diviene il canale privilegiato per migliorare i processi, le società ricercano sempre più spesso Enterprise Service Providers di grandi dimensioni per supportare lo sviluppo delle soluzioni BPM a livello globale.

Leggi anche:  Commvault acquisisce Hedvig

In maniera crescente, questi acquirenti sono inoltre alla ricerca di partner che possano offrire acceleratori di soluzione o modelli di processo per l’automazione del passaggio tra le applicazioni. Capgemini lavorerà in collaborazione con partner come Oracle e Pegasystems – insieme ad altri fornitori di tecnologia BPM e si concentrerà inizialmente su mercati chiave dell‟Europa e gli Stati Uniti.

Capgemini considera necessario adottare un approccio graduale alla BPM per gestire con efficacia lo sviluppo dei processi di business ed evitare criticità tipiche create dalla dimensione e dalla gamma di applicazioni, dalle differenti priorità degli stakeholder e dai cambiamenti nella domanda. Trasferendo la sua competenza, Capgemini farà leva sulle sua professionalità internazionali per offrire soluzioni specifiche per il mercato con l‟obiettivo di accelerare velocemente l‟offerta ai clienti.

Le soluzioni globali della BPM di Capgemini riguarderanno:

– Value & Performance Management

– Accelerated Business Analysis

– Leveraging BPM Technology attraverso strumenti e piattaforme specifiche

– Unified Process Improvement

– End-to-end BPM Governance

La metodologia BPM di Capgemini viene impiegata per superare gli ostacoli al raggiungimento dei risultati in diversi settori: dalla gestione di criticità nel settore pubblico al rinnovamento del sistema di risarcimento nel settore assicurativo, dalla gestione degli ordini nell‟industria delle telecomunicazioni alla trasformazione del credito nei servizi finanziari. I clienti per i quali Capgemini sta già fornendo soluzioni BPM includono compagnie assicurative, uffici bancari, agenzie pubbliche, compagnie di telecomunicazione, ingegneria e utilities.

Capgemini sfrutta le potenzialità del BPM per il proprio servizio di BPO, impiegando best practice e utilizzando le tecnologie leader per offrire una piattaforma di soluzioni integrate end-to-end. Attraverso un approccio orientatato al raggiungimento del risultato per migliorare continuamente la gestione dei processi, la BPO di Capgemini offre ai propri clienti una piattaforma on demand “as a service” attraverso la selezione degli strumenti di BPM.

Leggi anche:  Orange acquisisce SecureData

Engbert Verkoren, Global Leader BPM Global Service Line di Capgemini ha dichiarato: “Nonostante la tecnologia sia centrale nel supportare le attività, può a volte rappresentare un ostacolo per le compagnie che richiedono maggiore flessibilità. Questa difficoltà è stata risolta grazie allo sviluppo della tecnologia BPM. Grazie all’integrazione con la nostra metodologia end-to-end orientata verso la creazione di valore, le organizzazioni possono ora semplificare i loro complessi business model. Il nostro approccio sarà quello di lavorare in maniera collaborativa con i clienti per supportarli nella creazione di valore in modo sostenibile e con un continuo miglioramento della BPM.”