INTEL e il Ministero dell’Istruzione siglano protocollo d’intesa

Intel Corporation Italia e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca hanno siglato oggi un Protocollo di Intesa triennale, finalizzato alla realizzazione di azioni a supporto del Piano di Innovazione Digitale nella Scuola implementato dal Ministero.

Il documento – sottoscritto a Palazzo Chigi dall’Onorevole Ministro Mariastella Gelmini e dall’Ing. Dario Bucci, Amministratore Delegato di Intel Italia – delinea gli ambiti della collaborazione, incentrata sull’adozione della piattaforma di formazione Intel Teach Advanced Online per l’aggiornamento professionale dei docenti italiani.

In particolare, gli obiettivi del protocollo si sintetizzano in:

• collegare e supportare attività di formazione degli insegnanti all’uso delle nuove tecnologie in sintonia con altre realtà presenti;

• creare contenuti ad hoc a supporto delle attività di integrazione delle nuove tecnologie nei processi di insegnamento/apprendimento;

• sostenere iniziative per ridurre il digital divide nelle scuole e per innovare la didattica e i processi di apprendimento attraverso l’uso della tecnologia e di contenuti didattici multimediali;

• offrire agli studenti e ai docenti condizioni agevolate d’acquisto di soluzioni e prodotti, nell’intento di migliorare il loro percorso formativo e l’acquisizione di competenze e strumenti;

• promuovere iniziative mirate a valorizzare le buone pratiche delle scuole, allo scopo di offrire ulteriori motivazioni allo studio anche attraverso l’uso delle tecnologie.

Tra gli interventi specifici, che saranno attuati nei prossimi mesi, il Ministero e Intel hanno dunque convenuto di collegare le risorse offerte dalla piattaforma Intel Teach Advanced Online con le altre iniziative promosse dal MIUR.

Ne consegue che la partecipazione dei docenti al programma Intel rientrerà all’interno degli attestati dei corsi rilasciati dall’A.N.S.A.S. (Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell’Autonomia Scolastica – ex Indire).

“Il Protocollo siglato oggi ci inorgoglisce particolarmente – ha commentato Dario Bucci – poiché rappresenta un nuovo, inestimabile riconoscimento alla concretezza dell’impegno profuso da Intel nell’ambito dell’education.

Leggi anche:  Semplificare la burocrazia con la tecnologia blockchain

Siamo molto attivi su questo fronte, a fianco del Governo, poiché riteniamo che l’alfabetizzazione digitale sia oggi alla base dell’economia della conoscenza: il nostro Paese ha bisogno non soltanto di docenti e studenti preparati, ma anche di cittadini capaci di adoperare con padronanza gli strumenti informatici”.

Grazie a Teach Advanced Online, gli insegnanti possono sviluppare competenze che consentano loro di preparare sessioni d’aula in grado di stimolare maggiormente le capacità di risoluzione dei problemi, il pensiero critico e la collaborazione tra gli studenti.

Attraverso attività di formazione in remoto, studiate ad hoc, il programma fornisce inoltre ai docenti una piattaforma calibrata con passaggi incrementali di apprendimento, in modo tale che ciascuno possa sviluppare il proprio piano di insegnamento.

Per maggiori informazioni sulle iniziative di formazione Intel in Italia e nel mondo, visitate il sito web www.intel.com/education.