Ingenico integra l’applicazione di m-commerce ISIS per diffondere i mobile payments negli Stati Uniti

Terminali Ingenico come punto di accettazione per tutti gli smartphone per transazioni di pagamento ed altre applicazioni eseguite tramite NFC

Ingenico, leader mondiale nei sistemi di pagamento elettronici, ha annunciato la propria partecipazione strategica a ISIS, la joint venture nata dalla collaborazione dei maggiori operatori di telecomunicazione americani (AT&T, T-Mobile e Verizone Wireless) per lo sviluppo di una piattaforma comune per i pagamenti elettronici in mobilità (m-payments).

La decisione di Ingenico di partecipare al consorzio è in linea con le scelte strategiche del Gruppo, mirate a sviluppare soluzioni che favoriscano l’evoluzione dei pagamenti elettronici in un’ottica di mobilità, semplicità, immediatezza ed integrazione con dispositivi cellulari. La nuova partnership con ISIS è la dimostrazione concreta di questa strategia, che viene messa in pratica dopo che per anni Ingenico si è dimostrata leader nell’innovazione, dapprima introducendo, su tutti i suoi terminali, la gestione delle carte Chip EMV e poi di quelle contactless.

Questo importante accordo prevede la possibilità di installare l’applicazione di m-commerce ISIS su tutti i terminali Ingenico della nuova generazione “Telium2”, in modo da renderli adatti ad eseguire pagamenti elettronici e altri servizi a valore aggiunto (p.es. gestione di carte loyalty e di coupon) attivati dal cliente semplicemente accostando il proprio smartphone al terminale. La tecnologia di comunicazione adottata è l’Nfc (Near Field Communication).

La diffusione di telefoni cellulari avanzati (smartphone) e il loro utilizzo negli Stati Uniti, così come in tutto il mondo, è in crescita esponenziale. Secondo una ricerca di mercato realizzata da ComScore, circa il 42% degli utenti americani possiede uno smartphone (il 44% in Italia) e metà di essi lo impiega regolarmente per navigazione internet o per effettuare operazioni di m-commerce. I pagamenti in mobilità eseguiti attraverso il telefono cellulare negli USA già oggi superano i 16 Miliardi di Dollari (in Italia sono 330 Milioni di Euro – dati School of Management del Politecnico di Milano) e nel 2015 supereranno i 200 Miliardi, dimostrando che questo dispositivo sta diventando sempre più essenziale negli atti quotidiani di molti cittadini fino a trasformarsi in uno strumento di pagamento privilegiato.

Leggi anche:  Fincons Group: nuovo whitepaper per il settore bancario e assicurativo

Nell’affrontare strategicamente il nuovo mercato dei pagamenti in mobilità, Ingenico ha previsto anche la realizzazione di soluzioni che consentono agli esercenti di trasformare i propri smartphone in terminali di accettazione delle carte di credito dei clienti, evitando loro di dotarsi di POS mobili dedicati. Alcuni retailer stanno già utilizzando con successo il terminale iSMP, un dispositivo che ingloba un iPhone® o un iPod touch ai quali eroga servizi di gestione delle carte dei clienti e di protezione delle transazioni di pagamento; altri esercenti che operano in mobilità, proprio negli stati Uniti, vengono dotati dei lettori di RoamData, società del Gruppo Ingenico specializzata in soluzioni di m-commerce basate sull’adozione di micro lettori di carte collegabili ad ogni tipologia di telefono cellulare.

“La mobilità delle persone e le tecnologie per i pagamenti mobili stanno diventando un elemento fondamentale per l’arricchimento dei servizi offerti dai retailer in un’ottica di multi-canalità – ha commentato l’Ing. Luciano Cavazzana, Ingenico Italy & Central Europe Managing Director – Sia gli utenti che gli esercenti stessi sono dotati di smartphone e li vogliono poter utilizzare all’interno del negozio, per tutte le operazioni che li vedono coinvolti. L’impegno di Ingenico, come società leader nei sistemi di pagamento, è quello di realizzare soluzioni che consentano di accettare le nuove forme di pagamento che vengono sollecitare dal mercato, ma contemporaneamente, di garantire sicurezza e semplicità alle transazioni, unite ad una positiva user-experience. La partnership con ISIS conferma le linee strategiche dell’Azienda e sarà da stimolo per esperienze analoghe anche nel nostro Paese.”