A scuola con l’iPad

In una scuola degli Stati Uniti dal prossimo anno gli studenti adotteranno l’iPad come unico libro di testo

La notizia è di pochi giorni fa e arriva dalla CNN. In un liceo degli Stati Uniti – precisamente la Webb School, istituto privato di Knoxville, nel Tennessee – è in atto una vera e propria rivoluzione tecnologica: a partire dal prossimo anno, infatti, tutti gli studenti potranno finalmente dimenticarsi degli zaini pieni di libri che tanto pesano sulle loro spalle.

Basterà solo un iPad.

La Webb School sarà, infatti, la prima scuola ad adottare l’iPad come “unico libro di testo”. Secondo il dirigente scolastico dell’istituto, che ha ottenuto il pieno consenso degli insegnanti, il laboratorio di informatica non sarebbe più sufficiente per gli studenti che devono poter utilizzare sempre le nuove tecnologie. Detto,fatto.

Oltre al progetto, risulta interessante anche la forma scelta per l’acquisto dei tablet: gli studenti, infatti, potranno chiedere un leasing alla scuola ad un prezzo “di favore” di circa 20$ al mese.

Ma non si può avere tutto.

Il sogno degli studenti di passare ore e ore a navigare su Facebook durante le lezioni è stato, infatti, immediatamente infranto: la scuola ha subito chiarito che, per evitare distrazioni, negli iPad scolastici il social network verrà bloccato.

Il caso della Webb School rappresenta una dimostrazione di come oltreoceano non ci si faccia scappare nessuna occasione per proporre qualcosa di veramente innovativo adeguandosi tempestivamente ai cambiamenti tecnologici.

Doveroso sottolineare che anche nel nostro Paese non mancano interessanti progetti volti a un ripensamento del sistema didattico in un’ottica digitale, come ISchool, il recente progetto in fase di sperimentazione in due istituti di Napoli. Anche l’Italia, dunque, sta dimostrando di non essere indifferente ai grandi cambiamenti tecnologici in atto.

Leggi anche:  PA digitale: le nuove linee guida per documentazione

Un primo passo verso una scuola 2.0.