Milano: E’ sempre più car sharing, arriva un terzo operatore

Oltre a GuidaMi e Car2Go, il Comune di Milano concede a una cordata composta da Fiat, Eni e Trenitalia di entrare nel mercato del car sharing meneghino

Milano presto diventerà la patria del car sharing d’Italia, arrivando a quasi 1.300 vetture in condivisione. Il Comune ha aperto all’ingresso di un nuovo player dopo Atm con GuidaMi e i tedeschi di Car2Go. Il nuovo operatore è nato dalla collaborazione fra Trenitalia, Fiat ed Eni. Il primo soggetto potrà pubblicizzare sulle auto i Frecciarossa, il secondo fornirà le vetture e il terzo l’energia.

La nuova offerta

Il nuovo servizio, di cui ancora non si conosce il nome né quando sarà attivo, dovrebbe fornire una flotta di 650 automobili per lo più Fiat 500. Inoltre, alcune di queste saranno alimentate a metano. Il noleggio averrà tramite cellulare e dovrebbe costare 0,25 centesimi al minuto per i primi 50 km di utilizzo. Rispetto ai concorrenti il gruppo Fiat-Trenitalia-Eni dovrebbe offrire una tariffa più bassa rispetto a Car2Go (0,29 cent al minuto) e soprattutto auto più capienti rispetto alle sue Smart 450.

“Grazie alle nuove regole messe in campo dal Comune è in atto un’autentica rivoluzione della mobilità” – ha affermato l’assessore alla Mobilità, Pierfrancesco Maran – “Dopo il boom del bike sharing, con oltre il 50% di abbonati in un anno, e il successo del car sharing, con i 40mila utenti di Car2Go che si aggiungono ai 6mila di GuidaMi, a Milano sarà sempre più ampia l’offerta di mezzi in condivisione per i cittadini”.

Leggi anche:  In Puglia il futuro è nell’aria con Apollon