Oracle Fusion Middleware al lavoro

Modelli, esperienze, soluzioni e novità, sono state portate come contributo da alcuni clienti testimonial, durante l’Oracle Customer Showcase Forum

Presentando i dati tratti da “IT Metrics: IT Spending and Staffing Report 2011” di Gartner Research, durante l’Oracle Customer Showcase Forum, evento pensato per condividere le esperienze delle aziende che si sono affidate a Oracle Fusion Middleware, Mauro Cimatti, middleware sales director di Oracle Italia ha aggiunto qualche considerazione.

«Attualmente le aziende impegnano il 66% del loro budget IT per svolgere le normali attività inerenti il proprio business, – afferma Cimatti – mentre solo il 20% è dedicato al suo sviluppo e il 14% alla sua evoluzione. Scegliendo le soluzioni offerte da Oracle Fusion Middleware, le imprese potrebbero alleggerire del 16% il budget dedicato alle manutenzione per investirlo nelle altre due voci di spesa, introducendo innovazione nei processi, aumentando la propria flessibilità e ottenendo maggiori livelli di competitività sul mercato».

Fino a ora, però, mentre il 71% delle aziende dichiara che l’innovazione è il fattore più importante per differenziarsi, solo le società leader usano l’IT come leva per guidare il cambiamento e per innovare, mentre dal 70 al 90% non ne hanno ancora impiegato tutto il potenziale.

Stefano Bucci, sales consultant director di Oracle Italia, ha dimostrato come utilizzando Fusion Middleware a livello di sistema sia possibile abbassare i costi di pura manutenzione e spianare la strada agli investimenti per i nuovi progetti. Infatti, la qualità della spesa può fare la differenza. Oracle chiama questa strada “IT Semplification” e ha messo a punto la soluzione Fusion Middleware, ingegnerizzata, integrata in tutte le varie componenti e testata presso i propri laboratori, per fornire uno strumento in grado di capitalizzare l’innovazione mentre vengono ridotti i costi.

Leggi anche:  Stefano De Angelis termina il mandato di CEO in TIM Participações

Durante l’Oracle Customer Showcase Forum, in questo senso sono state portate le testimonianze da parte di quattro clienti, che operano in ambiti completamente diversi, ma che hanno ottenuto vantaggi concreti nello svolgimento del proprio business.

Il primo esempio è stato fornito dalla Cassa Depositi e Prestiti, operatore primario per gli investimenti della Pubblica Amministrazione, catalizzatore nello sviluppo delle infrastrutture e riferimento centrale a sostegno dell’economia e del sistema imprenditoriale nazionale. Alessandro Pepe, responsabile servizi alla clientela, ha descritto come sono state ottenute migliori performance grazie alla digitalizzazione dei processi di concessione dei finanziamenti, attraverso le soluzioni Oracle di nuova generazione.

Successivamente, Emiliano Pandolfi, engineering manager di Selex Sistemi Integrati ha illustrato il nuovo approccio nella distribuzione veloce dei dati per i sistemi di gestione e controllo del traffico aereo, tramite un’architettura Oracle Coherence/Exalogic.

È stata poi la volta di Conad del Tirreno, quando Marco Ricci, direzione sistemi informativi e responsabile servizi e soluzioni per l’area logistica, ha descritto gli strumenti social di Oracle impiegati attualmente per condividere idee ed esperienze con tutto l’ecosistema di riferimento.

Infine, Cesare Mottola de Nordis, direttore ICT del Gruppo Candy Hoover, ha spiegato come lo storico marchio di prodotti semidurevoli nel settore del bianco impieghi Oracle BPM quale abilitatore tecnologico nei progetti per la centralizzazione organizzativa del lavoro.