Secondo decesso in Cina a causa di un iPhone

Dopo la morte di una hostess 23enne, in Cina un’altra persona è deceduta a causa di una scossa elettrica mentre caricava il suo iPhone 4

In Cina si è registrato un altro caso di morte accidentale a causa di un iPhone. Dopo il caso della hostess 23enne rimasta folgorata mentre cercava di caricare il suo Melafonino ultimo modello, questa volta tocca ad un uomo di 30 anni, Wu Jian Tong.

Folgorato dall’iPhone 4

Mentre metteva sotto carica il suo iPhone 4 l’uomo è stato colpito da una violenta scossa elettrica che non gli ha permesso di togliere le mani dal device. In un ultimo disperato tentativo di salvarsi Wu Jian Tong ha attirato l’attenzione della sorella urlando “sono stato fulminato!” La donna ha cercato di staccarlo dallo smartphone ma anche lei è stata colpita dalla scossa anche se in forma più lieve. “Ho iniziato a sentire un dolore da puntura alle dita.” – racconta la donna – “La corrente è passata dalle mie dita al braccio e quindi ai piedi, attraversando il mio corpo”. Una volta rimosso il caricabatterie la sorella del defunto ha chiamato i soccorsi. I medici hanno cercato di rianimarlo ma l’uomo era caduto in un coma irreversibile.

Colpa di un accessorio contraffato

Dalle indagini è emerso che sia Wu Jian Tong sia la giovane hostess avevano usato un caricabatterie non originale e non approvato da Apple. In Cina l’uso di accessori contraffatti è un business molto redditizio ma a quanto pare molto pericoloso.

Leggi anche:  INDRA lancia Air Drones