Snowden pubblica altre slide: Italia controllata al pari degli USA

Nuovi documenti mostrano il livello di monitoraggio di Fairview, X-Keyscore e Silver Zephyr, gli altri software di spionaggio utilizzati dalla NSA per controllare il mondo

Edward Snowden, che si troverebbe ancora in Russia, ha consegnato all’oramai famoso giornalista Glenn Greenwald altre slide sul funzionamento di PRISM e delle pratiche di controllo della NSA. Si scopre così che il nostro Paese, come peraltro già evidenziato dal Boundless Informant, ha un livello di monitoraggio giallo, pari a quello degli Stati Uniti. Le mappe sono state rese note dalla testata brasiliana O Globo che ha realizzato un unico documento dove sono raggruppate nuove informazioni.

Email e telefoni sotto controllo

I documenti pubblicati da O Globo mostrano che i livelli di raccolta dell’intelligence statunitense e degli alleati sono distribuiti in tutto il mondo, situati presso strutture militari americane e alleate, così come in ambasciate e consolati statunitensi. In un’intervista pubblicata qualche giorno fa sul magazine della testata tedesca Der Spiegel, Snowden aveva detto che la NSA opera assieme ai governi europei, soprattutto Germania e Regno Unito, con accordi segreti che permettono di accedere a una vasta gamma di dati personali. Snowden ha menzionato la siglia “Five Eyes” per indicare la struttura di monitoraggio realizzata dagli Stati Uniti assieme al Regno Unito, Canada, Australia e Nuova Zelanda, organizzazioni che “a volte vanno persino oltre l’Agenzia di sicurezza nazionale“.

 

nuove slide o globo prism

Un Google Maps della NSA

I nuovi documenti citano ulteriori programmi di raccolta dati chiamati “Fairview” e “X-Keyscore“. Questi vengono attivati grazie ad una richiesta di un agente federale che interroga un database che pesca informazioni su numeri di telefono, indirizzi email, login e attività degli utenti in Rete utilizzando un sistema di mappatura basato su Google Maps. Un ulteriore documento non datato, che accompagna le mappe, descrive le attività di funzionamento di “Silver Zephyr” (il nome in codice è un riferimento a una linea ferroviaria che esisteva negli Stati Uniti nel 1940).

Leggi anche:  Jan Koum, co-fondatore di WhatsApp, dice addio a Facebook

Quella vecchia stazione a Chicago

Secondo una presentazione interna della NSA, Silver Zephyr è finalizzato ad attivare “linee di accesso per la trasmissione di informazioni attraverso un partner.” La politica dell’Agenzia è quella di costruire partnership con operatori privati satellitari, telefonici e di reti di trasmissione dati. L’obiettivo, come si vede nelle slide, erano i paesi latino-americani.